Premier League

Premier League – Arsenal shock! Minacce a Wenger in panchina

Premier League – Incredibili rivelazioni di un giornalista. Wenger in panchina con le guardie del corpo. Subiva delle minacce

In Premier League queste cose non succedono, o almeno è quello che, in tanti, raccontano qui da noi in Italia. Sempre più spesso siamo costretti a commentare notizie non belle riguardanti il calcio nostrano e accusiamo un po’ tutti, urlando alla pacifica convivenza che regnerebbe in altre nazioni. A quanto pare, anche in Inghilterra – Paese spesso preso come esempio – non sono estranei a questo tipo di avvenimenti. Questa volta è il turno dell’ex allenatore dell’Arsenal, Arsene Wenger, il quale secondo le ultime rivelazioni sarebbe stato vittima di continue minacce negli ultimi due anni di permanenza sulla panchina dei Gunners.

In panchina con le guardie del corpo

Un amore pluridecennale, quello tra i tifosi della squadra londinese e l’allenatore francese. Eppure questo non è bastato, negli ultimi anni il rapporto si era lentamente logorato e forse sarebbe stato meglio chiudere prima l’esperienza all’Arsenal, come da stessa ammissione di Wenger. Questo divorzio tardivo, ha portato in dote diversi fraintendimenti tra il tecnico e una parte di tifoseria che evidentemente voleva una ventata d’aria nuova sulla panchina della loro squadra. Stando a quanto riportato dal giornalista John Cross in un suo libro; Arsene fu costretto a dotarsi di guardie di corpo che lo accompagnassero in panchina, a causa di ripetute minacce dirette alla sua persona. Lo stesso club ha confermato questa voce. In una nazione dove campo e spalti sono praticamente attaccati, non sembra esagerato volersi dotare di guardie del corpo in situazioni del genere.

Wenger nella storia, oltre i dissapori

Nel calcio si sa, la gratitudine non è quasi mai eterna. Ciò che oggi viene idolatrato, magari in futuro sarà vittima di insulti o, come in questo caso, addirittura vittima di minacce. Ciò di cui possiamo essere certi è che questo comportamento ha riguardato solo una fetta ristretta dei tifosi dell’Arsenal. Il segno che Arsene Wenger ha lasciato sulla panchina dei Gunners è indelebile, le minacce di pochi sprovveduti non macchieranno il ricordo di uno degli allenatori più vincenti e amati della storia di questo club.

Ascolta "Football Talk (The Podcast)" su Spreaker.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close