Serie A

Handanovic: Come dovrebbero reagire gli interisti dopo domenica | VIDEO

Interisti furiosi con Handanovic; ma c’è chi ha saputo perdonare…

Non una serata facile quella di Samir Handanovic nel match casalingo dell’Inter contro il Torino di domenica scorsa. Il portiere sloveno è stato vittima di feroci critiche in virtù di un paio di uscite a vuoto che hanno inevitabilmente condizionato il match contro i granata. Handanovic non è nuovo alle critiche da parte dei supporters neroazzurri.

In queste ultime stagioni è stato più volte colpevolizzato di uscire poco o nulla dai pali, causando gol facilmente evitabili. Proprio per questa sua scarsa attitudine alle uscite gli hanno affibbiato nomignoli poco carini come “citofono”.

Se i Reds hanno perdonato Karius…

Le odierne critiche ad Handanovic sembrano un tantino esagerate, considerando anche che c’è chi ha fatto molto peggio dello sloveno ed è stato perdonato dalla sua tifoseria. Loris Karius è l’esempio vivente di come i tifosi possano essere magnanimi. Dopo la catastrofica prestazione in finale di Champions League contro il Real, sembrava essere certa una rottura con i tifosi dei Reds.

Non è andata proprio così; qualche settimana fa, ad Anfield Road, Karius è entrato dalla panchina per sostituire il nuovo acquisto Allison e il pubblico gli ha dedicato un lunghissimo applauso, dimostrando di avergli perdonato la disfatta di Kiev. Ora il portiere tedesco ha cambiato casacca, trasferendosi in Turchia al Besiktas. Prima di lasciare defitivamente i Reds ci ha tenuto a ringraziare i suoi ex tifosi tramite i social; “Grazie non mi avete lasciato solo”.

Handanovic non può essere paragonato a Karius. Lo sloveno non ha commesso errori imperdonabili in una finale di Champions eppure ogni giorno che passa viene sempre maggiormente criticato, forse tutti i tifosi dell’Inter dovrebbero ricordare le innumerevoli parate di “Batmanovic” che hanno permesso alla squadra di restare a galla in stagioni poco fortunate per questi colori. Il modo migliore per aiutare un giocatore dopo una serata no è garantirgli un forte applauso nel prossimo match.

Ascolta "Football Talk (The Podcast)" su Spreaker.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close