Champions LeagueVetrina

La Juventus fa quadrato su Cristiano Ronaldo: società chiarissima!

Juventus-Ronaldo e quel ‘maledetto’ premio

“Da parte nostra c’è profonda amarezza per la decisione di non a Cristiano Ronaldo il Player of the Year… Questo premio si riferisce alla Champions League, ma non al Mondiale e quindi riteniamo che lo meritasse CR7. D’altronde Ronaldo ha dedicato le migliori emozioni di questa competizione”. Sono parole chiarissime quelle che, in queste ore, ha pronunciato Giuseppe Marotta a la Gazzetta dello Sport. L’amministratore delegato della Juventus fa dunque quadrato intorno al suo ‘campionissimo’ dopo l’assegnazione del premio a Luka Modric del Real Madrid.

Marotta è poi intervenuto anche sull’assenza del portoghese alla serata dei sorteggi dei gironi di Champions League, che si è svolta giovedì sera. “Il fatto che non sia venuto non è riconducibile alle nostre decisioni, resta – ha aggiunto Marotta – una decisione personale da rispettare”. Insomma: i bianconeri difendono su tutta la linea Ronaldo e ribadiscono un concetto: si doveva votare subito dopo la fine della scorsa Champions League e non dopo il Mondiale di Russia.

Marotta e il riferimento al Real Madrid

Giuseppe Marotta ha poi aggiunto: “Non tolgo niente alla decisione della giuria di giornalisti e allenatori. Se io avessi dovuto votare avrei votato per lui. Ma non lo dico perché è nostro, lo dico – ha rimarcato l’ad della Juventus – da appassionato di calcio. Cristiano, nella stagione scorsa, era al Real Madrid. Dal punto di vista sportivo, non voglio essere polemico o sottovalutare un giocatore come Luka Modric…”.

Le parole di Marotta sono arrivate insieme a quelle del potentissimo procuratore di Cristiano Ronaldo, Jorge Mendes. Parole che potete trovare in questo articolo.

Ascolta "Football Talk (The Podcast)" su Spreaker.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close