Serie A

Ora CR7 sorride anche con la Juve

Finalmente, dopo un’attesa di 344′ minuti, CR7 mette a segno i suoi primi gol con la maglia della Juventus. Nella partita vinta dalla Juventus allo Stadium contro il Sassuolo per 2-1, la doppietta del fuoriclasse portoghese regala i tre punti alla compagine torinese che continua a guidare il campionato a punteggio pieno.

L’ansia di Cristiano Ronaldo.

Ventitrè tiri nelle tre gare tre gare precedenti, condite da buone prestazioni. Tuttavia ciò che ci si aspettava da lui sono soprattutto i gol che tutti conosciamo essere capace di fare. Quei gol che in questi anni ha messo a segno a ripetizione con le maglie della nazionale portoghese e, soprattutto, del Real Madrid.

CR7, come dallo stesso ammesso nel post-partita, viveva ansiosamente l’attesa prolungata del suo primo gol in Italia. Un’ansia manifestata già nei primi minuti quando un suo tiro, deviato da un difensore del Sassuolo, provocava un gesto di stizza da parte dell’ex madridista. Ma poi ecco arrivare nel secondo tempo la doppietta sognata impreziosita da un’esultanza tanto ricercata quanto rabbiosa, che ha finito poi per stemperarsi nei primi fragorosi sorrisi in bianconero del campione pluridecorato.

Che fosse fondamentale il gol di CR7 lo si è capito dal fatto che quando ha segnatola sua prima rete è stato letteramente abbracciato da tutti i suoi compagni di squadra. La vittoria di oggi può quindi rappresentare una svolta nell’avvenutura del fuoriclasse portoghese nel campionato italiano.

Il lato umano di Cr7

“Un po’ d’ansia in generale c’era dopo il mio passaggio dal Real Madrid, c’era grande attesa”.  “La vita è così – continua CR7 a SkySport -. Sto lavorando bene e i compagni mi aiutano alla grande ad adattarmi al nuovo campionato. Avevo voglia di segnare, sono contento”.

Insomma oggi non abbiamo soltanto ammirato i suoi primi gol italiani ma abbiamo scoperto anche il lato umano di un campione assoluto del football che ha vissuto un’estate tormentata col passaggio clamoroso -e che a molti sembrava addirittura impossibile- dal Real Madrid alla Juventus. Da mercoledì poi la Juventus sarà protagonista pure in Champions League dove questa volta potrà contare sul talento e sull’esperienza del suo straordinario campione.

Ascolta "Football Talk (The Podcast)" su Spreaker.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close