Vetrina

Maradona, esordio con poker in panchina: esultanza con polemica

Diego Armando Maradona vince al debutto con i Doradors de Sinaloa in Messico. Polemica annessa nel post-gara contro i suoi detrattori. La frecciata pungente.

Diego Armando Maradona, dopo essersi preso lo scettro di calciatore più forte di tutti i tempi, tenta di prendersi anche quello di allenatore più bravo. Ma in questo caso di strada da farne ce n’è tantissima. Dopo l’esperienza sulla panchina dell’Argentina e una parentesi negli Emirati Arabi, El Pibe riparte dal Messico. Precisamente da una squadra di Serie B, i Doradors De Sinaloa. Buona la prima.

Maradona cala il poker al debutto e accende la polemica alla sua maniera: “Dicevano che non sono buono a niente”.

Diego Armando Maradona, in qualche modo, ci sguazza nella polemica e nel pettegolezzo. Uno che non le ha mai mandate a dire, come nel suo stile. Anche questa volta, il 10 per eccellenza del Napoli non si è risparmiato.

Alla fine del match vinto dal suo Sinaloa per 4-1 contro i Cafeteros De Tapachula, El Diez si è sfogato in questi termini in sala stampa: “Non so se si chiuderanno molte bocche. Sono qui solo per lavorare. Sapevo che avremmo vinto nel momento in cui li ho visti allenarsi con voglia e fame di gloria.

Abbiamo ottenuto una vittoria che sia io che i giocatori sapevamo essere alla nostra portata. Alcuni dicevano che io non servivo a nulla e non ero buono a niente, ma ora possono vedere cosa so fare. È l’inizio di un bel sogno”. Contro tutto e contro tutti. La storia di Diego Armando Maradona. Da una vita. In campo e fuori.

Ascolta "Football Talk (The Podcast)" su Spreaker.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close