Serie AVetrina

Nessuno voleva Ronaldo: Perez svela incredibili retroscena sulla trattativa

Parla Florentino Perez: “Per Ronaldo non sono arrivate offerte superiori a quella della Juve”

Sono passati quasi tre mesi dall’ormai celebre “colpo del secolo”, ma continuano ad arrivare curiosi retroscena sull’arrivo in Italia di C. Ronaldo. Le ultime dichiarazioni arrivano direttamente dalla spagna, più precisamente dal presidente dei Blancos: Florentino Perez.

Stando a quanto riportato da “OK Diario“, il numero uno del Real Madrid ha parlato in occasione di una mini-assemblea dei delegati del club, nella quale ha spiegato la cessione di CR7. Una delle domande principali che tutti ci facemmo in quei giorni, riguardava il motivo per cui il Real avesse accettato un’offerta così bassa rispetto alla clausola prefissata.

Clausole dissuasive

A spiegare l’arcano, finalmente, ci pensa lo stesso Perez. Ecco le sue parole. “Le clausole che il Real fissa per i suoi giocatori sono dissuasive. La cessione più remunerativa quest’anno è stata quella di Cristiano. Lui voleva andar via per motivi personali e quando tutti convengono verso una stessa direzione si arriva a un accordo. Al Real nessuno dava più dei cento milioni offerti dalla Juventus.

Come ipotizzato da molti, dunque, non sono arrivate offerte concrete alla casa blanca per il cinque volte pallone d’oro. Certo, Cristiano ha 33 anni, questo avrà influito. Eppure l’idea che la Juventus sia riuscita a concretizzare un affare clamoroso a costi contenuti è difficile da scacciare.

Grazie di tutto CR7

In conclusione al suo discorso, il presidente del Real ci ha tenuto a ringraziare Cristiano per i 9 anni vissuti assieme con la maglia del Madrid. “A Ronaldo non possiamo fare altro che ringraziarlo per tutto quello che ha fatto con questa maglia. Dopo Di Stefano è il migliore di sempre.”

Ascolta "Football Talk (The Podcast)" su Spreaker.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close