Serie AVetrina

Milan | Gattuso a caccia della spia. Gli indiziati sono…

Milan | Duro sfogo di Gattuso in conferenza contro un giornalista di SkySport: “scoprirò chi ti passa le informazioni”

Il tecnico del Milan, Gennaro Gattuso, apre una vera e propria caccia alla spia, la quale mina il rapporto di gruppo duramente costruito. Aria pesante in casa rossonera, i risultati in campionato stentano a decollare e, a quanto pare, il tecnico deve fare i conti con una bella gatta da pelare.

“Troverò la spia”

Ieri pomeriggio, nella consueta conferenza stampa della vigilia, Gattuso si è sfogato con un noto giornalista di SkySport. Ecco cosa ha detto. “Tu mi devi dire chi ti passa le informazioni. Ti assicuro che prima che me ne vado scopro chi fa la spia.”

Nel caso specifico, il tecnico rossonero si riferiva alla fuga di notizie riguardanti l’infortunio di Gonzalo Higuain, il quale a causa di un problema al flessore risulta indisponibile per la trasferta di Empoli. Il duro sfogo di Ringhio evidenzia come questa non sia certamente la prima volta che una notizia  del genere sia fuoriuscita dallo spogliatoio e comunicata alla stampa senza il consenso del tecnico.

Gli indiziati

Difficile fare ipotesi sul possibile colpevole, in quanto potrebbe trattarsi di un giocatore come di un membro dello staff o, addirittura, della dirigenza. Per quanto riguarda i giocatori, è palese che ci sia un gruppo di persone a margine del progetto tecnico e che quindi potrebbe non rispettare i dogmi imposti da Gattuso sulle informazioni da rilasciare alla stampa. Fare nomi, senza prove, è altamente scorretto, ragion per cui ci limitiamo a sottolineare come la spia potrebbe nascondersi tra i giocatori emarginati dal progetto tecnico di Ringhio.

Solo il tempo saprà dirci se il tecnico rossonero riuscirà ad arginare questa fuga di notizie. Resta la certezza che un personaggio sanguigno come Gattuso non fermerà la sua personale “caccia alla spia” fino a quando non l’avrà identificata.

Ascolta "Football Talk (The Podcast)" su Spreaker.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close