Serie AVetrina

(GdS) Milan, viaggio alla scoperta del neo acquisto Paquetà

Milan, alla scoperta di Paquetà

Sembrava un tranquillo mercoledì di una settimana priva di campionato, e quindi particolarmente “moscio”, poi, al mattino, lo squillo: “Milan, preso Paquetà”. Molti tifosi sicuramente avranno esclamato: “Chi?”, altri, più attenti al calcio brasiliano e sudamericano in generale, hanno esultato come se Higuain avesse segnato un gol nel derby.

Già perché Paquetà è un talento straordinario che fa parte della nuova generazione di fenomeni brasiliana. Generazione che comprende calciatori come Arthur del Barcellona, Vinicius e Rodrygo del Barcellona e Richarlison dell’Everton. Le qualità del calciatore poi diventano note anche a chi non lo conosce, grazie al forte interessamento che Barcellona e PSG hanno mostrato per lui.

Addirittura Neymar, nell’apprendere la notizia, è rimasto sbalorditò poiché convinto che il suo connazionale lo avrebbe raggiunto a Parigi. E invece sarà Milano la sua prossima casa, grazie all’operazione lampo portata avanti da Leonardo, dg dei rossoneri, che in Brasile si muove con una facilità impressionante.

Caratteristiche tecniche

Il Milan, con l’acquisto di Paquetà, avrà una nuova e più talentuosa alternativa sulle corsie esterne offensive. In realtà, il brasiliano nasce come trequartista, non a caso in Brasile lo chiamano “il nuovo Kakà”, ma è molto duttile e, grazie alla sua facilità di corsa, è in grado di giocare anche da ala offensiva o da seconda punta.

Da buon brasiliano, il suo punto di forza è assolutamente il dribbling. Sembra danzare quando parte palla al piede e, con i suoi giochi di prestigio, ha fatto ammattire tutte le difese della sua amata terra natìa. E’ un mancino, quindi ha classe da vendere, e ha già esordito con la maglia della nazionale brasiliana, addirittura è già arrivato alla seconda presenza, nonostante sia un classe 1997. In questa stagione ha segnato 9 reti in 31 presente, tra campionato e Libertadores. Le reti però sono arrivate tutte in campionato. Insomma, si tratta di un prospetto estremamente interessante che può ancora crescere. Quel che è certo però è che il Milan si è assicurato un vero talento.

Ascolta "Football Talk (The Podcast)" su Spreaker.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close