Serie AVetrina

(GdS) Piatek, parla Preziosi: “Chi lo vuole dovrà…”

Piatek, parla Preziosi

E’ assolutamente il centravanti anzi, il calciatore del momento. Stiamo parlando di Piatek, centravanti del Genoa da due mesi letteralmente sulla cresta dell’onda. Una valanga di gol, tra l’altro consecutivi, hanno fatto accendere i riflettori su di lui e tutta la Serie A, e non solo, vuole acquistarlo.

Per prenderlo però, dovrà fare i conti con un uomo in particolare: Enrico Preziosi, vulcanico presidente del Genoa che, storicamente, è sempre stata una bottega carissima. Lo stesso Preziosi parla oggi attraverso le pagine della Gazzetta dello Sport e racconta com’è nato questo colpo.

Ecco le sue parole: «La segnalazione fu di un procuratore amico, Gabriele Giuffrida. Solita trafila: highlights – ma lì sono tutti fenomeni, li scorro appena – un link di Wyscout e poi, visto che un giocatore da prendere lo devi studiare e non solo guardare, una partita intera. Non ricordo Cracovia contro chi, ma ricordo dove l’ho vista». E poi ancora: «Telefonai a Giuffrida – “Lo prendo” – e a Giorgio Perinetti: “Bisogna incontrare il Cracovia, subito”. Il giorno dopo era tutto fatto. Io sono così, un ansioso: una scelta la azzecco o la sbaglio, ma non mi piace aspettare. Ci sono giocatori che vedi e rivedi: con lui non c’era niente su cui riflettere».

“Il prezzo lo faccio io”

Oggi Preziosi detiene il cartellino di Piatek, per sua fortuna, e ovviamente vuole ricavare il massimo da una sua ipotetica cessione. E, a tal proposito, ci tiene a specificare una cosa: «Le mie trattative sono libere, se un club vuole un mio giocatore ci sediamo e parliamo: “Questo è il prezzo, lo volete?”». Un modo come un altro per dire che lo venderà, ma solo alle sue condizioni.

Infine, assicura che non andrà via a gennaio: «E’ essenziale per il Genoa e io devo pensare al Genoa. Poi, non ci prendiamo in giro, io lo so che me lo porteranno via, perché è stratosferico e gli moltiplicheranno l’ingaggio per dieci: ci guadagnerà lui, ci guadagnerà il Genoa e noi punteremo su Favilli. Siamo già tempestati di telefonate, dall’Italia e dall’Europa, tutti top club: chi lo vorrà dovrà essere serio e parlare con me, il resto lo considererò malcostume».

Ascolta "Football Talk (The Podcast)" su Spreaker.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close