Serie AVetrina

(TS) Joao Mario, un addio dietro la rinascita

(TS) La rinascita di Joao Mario frutto di alcuni cambiamenti, tra i quali un clamoroso addio…

L’edizione odierna di TuttoSport tratta l’argomento Joao Mario, un giocatore che pare rinato dopo due anni di anonimato all’Inter. Le prestazioni contro Lazio e Genoa hanno segnato una svolta nella carriera del giocatore portoghese, che sembrava ormai irrecuperabile. Il centrocampista campione d’Europa ha saputo rimboccarsi le maniche, mettersi a disposizione di Spalletti e, soprattutto, dire addio al suo storico procuratore, Kia Joorabchan.

Come riferisce il quotidiano torinese, Joao Mario ha cambiato totalmente atteggiamento dalla scorsa estate. Ha lasciato Kia, ha instaurato un ottimo rapporto con Luciano Spalletti e adesso sembra essere pronto per riprendersi l’Inter. Un cambiamento mentale avvenuto probabilmente dopo un mondiale sottotono, in perfetta linea con l’ultima annata.

Forse, quando il portoghese ha visto che anche in patria (dove è osannato come uno degli eroi dell’europeo 2016) non godeva più di onori, qualcosa è scattata nella sua testa. Sicuramente tra i fattori fondamentali per mettere in atto questa rinascita c’è il nuovo rapporto con il tecnico di Certaldo.

Joao si è messo completamente a disposizione di Spalletti, ascoltandolo, e lavorando a testa bassa, senza mai proferire una parola fuori posto. Il cambiamento è evidente; il centrocampista portoghese adesso gioca con scioltezza e con attenzione, senza perdere più quei palloni sanguinosi che tanto fecero infuriare il tifo nerazzurro. Il prossimo obbiettivo è non accontentarsi di essere una semplice buona alternativa, bensì mettere Spalletti in difficoltà nella scelta degli undici titolari.

 

Ascolta "Football Talk (The Podcast)" su Spreaker.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close