Serie A

Juventus, i veri poteri di Paratici: ecco quanto può spendere la dirigenza

La Juventus affida determinate soglie ai dirigenti

La Juventus nel corso del consiglio di amministrazione dello scorso 25 ottobre ha conferito nuovi poteri a Fabio Paratici come direttore sportivo primario dei bianconeri. Logicamente l’uscita di Giuseppe Marotta, ha destato profondo scetticismo e tanto stupore, ma il club di Agnelli aveva già in mente il programma per il futuro. Secondo i documenti di Calcio e Finanza, la gestione amministrativa della Juventus sarebbe stata studiata e suddivisa attraverso questi paletti finanziari.

Calciomercato

Per quanto riguarda il mercato, Paratici avrà piena autonomia per acquisti entro i 25 milioni di Euro. Fino a soglia 50 mila ci sarà bisogno del consenso e della firma del vicepresidente Pavel Nedved.

Per procedere ad acquisti entro il limite massimo di 75 milioni è necessaria anche la firma del presidente Andrea Agnelli. Tali importi comprendono anche gli oneri ( provvigioni, consulenti e commissioni per agenti).

Area tecnica

Fabio Paratici può inoltre stipulare contratti per le prestazioni di allenatori e tecnici entro il limite massimo di 100 000 annui con firma singola e, oltre tale cifra, si necessita di vicepresidente o presidente. Per quanto riguarda la scelta del tecnico della prima squadra, la decisione deve essere presa e condivisa sempre con Nedved o Agnelli.

Rappresentanza

Come riporta Calcio e Finanza, riprendendo i documenti del consigli di amministrazione:

“Il direttore sportivo e responsabile dell’area tecnica bianconera potrà inoltre rappresentare la società avanti tutte le istituzioni e gli organi sportivi nazionali e internazionali”

Ascolta "Football Talk (The Podcast)" su Spreaker.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close