Champions LeagueVetrina

FFP | Domani a Nyon si decide il futuro del Milan: ecco cosa si aspetta la società

Domani il Milan conoscerà il suo futuro: il FFP spaventa

La giornata di domani sarà decisiva per il prossimo futuro del Milan: la UEFA è pronta a comunicare la propria decisione sul tema Fair Play Finanziaro. L’incontro tra la camera giudicante e i delegati del club rossonero è previsto a Nyon, ore 9:30 circa. Dopo che, in estate, il TAS ha ritenuto eccessiva la pena inflitta al club meneghino, quest’ultimo ha goduto di una sorta di limbo, nel quale gli fu congelata qualsiasi tipo di sanzione.

Con oltre cinque mesi di ritardo, il Milan è pronto a conoscere il verdetto del massimo organo calcistico europeo. Scartando il quasi impossibile Voluntary Agreement, esaminiamo insieme i possibili scenari che attendono il club milanese.

Multa – Una sanzione economica ha contraddistinto gli accordi stipulati dalla UEFA con altri club nostrani, come ad esempio Inter e Roma. Tutto lascia pensare che anche i rossoneri possano essere soggetti a una multa simile, che potrebbe oscillare tra i 14 e 17 milioni di euro.

Settlement Agreement – Un accordo che non esclude la sopracitata multa. Tramite il SA il Milan si impegnerà, nei prossimi tre anni, a raggiungere il pareggio di bilancio. Nel caso in cui il piano di rientro non dovesse essere rispettato, le sanzioni variano da un’ulteriore multa fino all’esclusione dalle coppe europee.

Limitazioni del mercato – Anche in questo caso, non ci troviamo difronte a una novità per i club italiani. Così come fu per Inter e Roma, il Milan potrebbe mettere a segno operazioni in entrata solo nel caso ci fosse un’operazione in uscita di pari valore. Facile intuire come questo tipo di sanzione penalizzi concretamente la crescita di un club in rampa di lancio.

Ascolta "Football Talk (The Podcast)" su Spreaker.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close