Serie A

Juventus Inter, le parole di Allegri e Spalletti

Juventus Inter, i due tecnici hanno parlato in conferenza stampa

I due tecnici hanno presentato il big match di domani sera Juventus Inter. Il derby d’italia avrà luogo domani sera alle 20.30 all’Allianz Stadium di Torino.

Le parole di Allegri

Domani è una partita bella e importante. Indipendentemente dalla classifica, sarà una serata affascinante, di sport e di calcio tra due squadre che insieme al Milan hanno fatto la storia del calcio italiano. Sotto l’aspetto emotivo è una partita importante, così come sotto l’aspetto tecnico e tattico. L’Inter è cresciuta molto. Al momento, insieme al Napoli l’Inter è l’antagonista della Juventus. Per noi tra quella di domani e quella di mercoledì (contro lo Young Boys ndr) è più importante quella di mercoledì. Vedendo anche gli altri gironi il primo posto è importante”.

Sulla formazione: “Devo valutare oggi. Bentancur ha fatto differenziato, ho butto subito dentro Emre o gioco in modo diverso. Finché non vedo come sta Bentancur non so come scendere in campo, ha un problema alla schiena. Devo decidere come fare, bisogna che tutti si facciano trovare pronti, ci saranno cambiamenti di formazione. Può darsi che qualcosa cambi domani. O giochiamo a due o metto dentro Emre”.

Le parole di Spalletti

“Questa partita è un banco di prova, un collaudo, ti fa vedere se sei nelle condizioni di viaggiare forte. Loro hanno tutte le qualità, sanno anche vincere senza dominare le partite, sanno sfruttare l’episodio e hanno mentalità acquisita nel tempo. Bisogna giocarla con coraggio e determinazione questa gara. A Torino mi porto dietro tante certezze perché ho a disposizione una squadra in crescita e perché siamo un’ottima squadra per il modo di interpretare le partite in campo. C’è una distanza importante in classifica ed è difficile andarli ad acchiappare, però la bella notizia è che dipende da noi accorciare”

Su CR7:”Loro hanno messo in squadra un campione di quel livello, uno che porta una mentalità unica in uno spogliatoio. La Juve non è solo Cristiano, è una squadra fatta da calciatori forti in tutti i reparti, nella Juve c’è pure GC3, Giorgio Chiellini, un giocatore fenomenale che è il reparto, lo fa da solo. Anche noi ne abbiamo molti di buoni giocatori: fondamentale è il collettivo, quello ti salva sempre e noi siamo una squadra forte”

 

 

Ascolta "Football Talk (The Podcast)" su Spreaker.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close