Inter, Keita verso il riscatto: serve però un sacrificio importante

Keita si avvicina al riscatto

L’Inter punta forte su Keita. L’ex Lazio è in prestito ma i nerazzurri intendono riscattarlo. Potrebbe servire, però, un sacrificio.

Keita sembra aver convinto l’Inter a riscattarlo. Il senegalese non ha avuto un inizio facile con i nerazzurri ma, dal mese di novembre in poi, ha acquisito sempre più importanza nello scacchiere di Luciano Spalletti. Proprio per questo rendimento i nerazzurri sono volenterosi di esercitare il diritto di riscatto, ma forse c’è una seconda via.

Keità a breve compirà 24 anni e l’Inter non è intenzionata a perdere, come successo con Cancelo, un ottimo giocatore nel pieno della giovinezza fisica, al pari dell’esperienza sul campo. I nerazzurri, finora, hanno speso 5.5 milioni per il prestito del senegalese e il diritto di riscatto è fissato a 34 milioni. Una cifra importante, a cui si aggiungerà lo stipendio dell’ala che potrebbe vedere un ritocco agli attuali 3 milioni più bonus. Ma la società meneghina ha un piano per ridurre la spesa per il suo ingaggio.

La possibile scelta dell’Inter

I nerazzurri potrebbero chiedere uno sconto al Monaco ma è improbabile che la società del principato accetti. Per arrivare a Keita, però, potrebbe esserci un’altra soluzione: aggiungere una contropartita. In questo momento Spalletti e la dirigenza stanno lavorando su quale elemento della rosa poter aggiungere alla trattativa.

Il nome più caldo, sia per la qualità che per la giovane età, in questa ottica è quello di Yann Karamoh. Il francese ha trovato molto poco spazio con Spalletti e in questo modo il Monaco potrebbe accettare un ribassamento della spesa totale per il trasferimento.

gattuso milan

Milan, Gattuso su Higuain:”Non mi ha mai detto che…”

Roma, Monchi punta il centrocampista dell’Arsenal