Trema la Roma. Lo Zenit prova la grande beffa sul mercato

La Roma trema

La Roma è sul mercato. Lo Zenit, però, prova a beffare i giallorossi, l’obiettivo? Uno dei gioielli del Boca Juniors.

La Roma resta sul mercato per rinforzare la rosa di Di Francesco sia da gennaio che, eventualmente, dall’inizio della prossima stagione. Monchi, ultimamente, ha diretto la propria attenzione sull’Argentina e sul Boca Juniors. Nelle ultime ore, però, si registra l’inserimento dello Zenit San Pietroburgo, squadra russa dove ha allenato anche Luciano Spalletti.

I giallorossi sono stati i primi a contattare il club e l’entourage del giocatore e, quindi, sembrano essere in vantaggio a questo punto della trattativa ma non è da escludere un sorpasso dei russi. Le disponibilità economiche del club di San Pietroburgo sono evidentemente superiori a quelle della Roma. La volontà del giocatore, in questo caso, sarà determinante a decretare quale dei due team si garantirà il suo cartellino

Gli ultimi dettagli

La Roma è da tempo sul giocatore e Monchi aveva trovato una base di accordo con il Boca Juniors per Wilmar Barrios, centrocampista classe 1993. Monchi, infatti, aveva formulato un’offerta di prestito con diritto di riscatto: cinque milioni per il prestito di 18 mesi e sedici per l’eventuale riscatto. Il giocatore e la società erano convinte dell’affare.

Fino all’inserimento dello Zenit di poche ore fa. I russi, infatti, hanno fatto recapitare al club argentino un’offerta da 13 milioni immediati. La società argentina potrebbe cambiare idea proprio sulla base della possibilità di incassare immediatamente sulla cessione e non cederlo in prestito con clausole per il riscatto.

Serie A, salta l’ennesima panchina: ecco il nuovo allenatore

UFFICIALE. Benatia lascia la Juventus. Le cifre dell’accordo