Milan, si lavora per il riscatto di Bakayoko

gattuso

Pedina fondamentale

Mentre sull’altra sponda di Milano è l’incertezza e l’incredulità a farla da padrone, in casa Milan si respira tutt’altra area. La vittoria in Coppa Italia ha risollevato l’umore di tutto l’ambiente che ora è più che mai concentrato in vista dell’impegno di domenica contro la Roma.

Il Milan sembra aver ritrovato tante certezze e fra queste la più importante porta il nome di Bakayoko che partita dopo partita sta dimostrando di essere il valore aggiunto di questa squadra.

Imponenti sono state le sue ultime prestazioni, dimostrando grande personalità e carattere. Ora però la dirigenza, su invito di Gennaro Gattuso, pensa anche al suo riscatto per cercare di non perdere una pedina fondamentale nello scacchiere rossonero.

Il riscatto

Il centrocampista è arrivato in prestito oneroso dal Chelsea quest’estate con diritto di riscatto fissato a 35 milioni. Certo, la cifra è importante ma le ultime prestazioni di Bakayoko stanno giustificando questo prezzo in quanto sembra essere tornato il giocatore che aveva convinto i Blues ad acquistarlo.

Il Milan ha tutte le intenzioni di riscattare il giocatore ma nel frattempo la Uefa vigila. Però, secondo quanto riportato da calciomercato.com, non di dovrebbero essere problemi perchè il club rossonero conta sopratutto sia sull’ingaggio non eccessivamente alto, sia sulla giovane età, e sia sul contratto lungo in maniera tale da spalmare gli ammortamenti.

Inter, troppo brutta per essere vera

Juventus, senza Marotta il mercato è flop