Juve, Allegri su Dybala e Costa: “All’interno del gruppo serve rispetto”

L’allenatore della Juventus Massimiliano Allegri ha parlato oggi in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro il Sassuolo. Il tecnico bianconero ha chiarito le situazioni di Dybala e Douglas Costa, che sono finiti al centro delle critiche durante questa settima.

Le parole di Allegri

Su Dybala:“Dybala ha chiesto scusa dopo la partita con il Parma, da ragazzo intelligente qual’è. Ha una grossa responsabilità con la 10, è capitano quando non c’è Chiellini. Ha chiesto scusa e ha capito. La società gli ha dato grandi responsabilità. Dybala non ha cambiato posizione, cambiano le caratteristiche di chi gli gioca vicino. L’anno scorso c’era Higuain, quest’anno Ronaldo che ha caratteristiche diverse. Gioca nella stessa posizione e tocca gli stessi palloni, pga sempre iniziato l’azione e l’ha sempre chiusa. Non sono io a dirgli di fare il terzino o tornare indietro. Se gli anni precedenti faceva gol, magari quest’anno è più impreciso, ma conta molto chi ha affianco. Si vanno a cercare cose che non hanno senso. Una squadra deve essere composta da giocatori che si compensano l’un l’altro. Il calcio è semplice, quello che dicono e i discorsi complicati sono fuffa. Il calcio è lo stesso da 40 anni, poi alla gente piace riempirsi la bocca, io ascolto e mi diverto.”

Su Douglas Costa:“ Non è che gli episodi di Paulo e Douglas Costa mi hanno dato fastidio. Semplicemente all’interno del gruppo serve rispetto del compagno. Douglas aveva iniziato molto bene la stagione, poi ha fatto quella cavolata contro il Sassuolo, poi ci ha messo un po’ dopo l’infortunio a rientrare al meglio. Poi quello che fa nei giorni liberi è vita privata, hanno tempo e modo tutti per divertirsi e svagarsi, ma devono essere bravi a gestire quei momenti lì. Siamo in un momento importante della stagione, bisogna essere tutti al massimo della condizione fisica e mentale.”

leonardo milan

Milan, pronta la clausola per blindare il pezzo pregiato. I dettagli

Incredibile a Cagliari, giocatori bloccati. Tutti i dettagli