Handanovic, il lavoro paga sempre: è lui il vero capitano

Handanovic e il suo amore eterno all’Inter

Poco fa, alle 12.30 è arrivata una notizia che ha scosso tutto l’ambiente interista: Mauro Icardi non è più il capitano dell’Inter. La notizia ha lasciato tutti increduli e ha fatto il giro di tutta Italia, venendo pubblicata su ogni sito giornalistico.

E’ stata l’Inter, tramite il suo profilo twitter, a rendere la notizia ufficiale e allo stesso tempo ha anche comunicato che il nuovo capitano sarà Samir Handanovic, da anni con la casacca interista che non ha mai ripudiato. Di occasioni, per il portiere sloveno, ce ne sono state molte ma lui ha preferito dichiarare amore eterno all’Inter piuttosto che ricoprirsi di soldi a non finire.

Cose dell’altro mondo potremmo dire, visto che le bandiere ormai non esistono più. Ma lui, nel bene e nel male, era sempre lì pronto a non darsi mai per vinto e a salvare i neroazzurri dal peggio. La fascia da capitano va a premiare tutto il lavoro svolto in questi anni e la sua fedetlà è stata così ripagata come meglio non si poteva.

Di momenti brutti ne ha vissuti insieme all’Inter e forse è uno dei pochi che sa cosa significa rinascere, risollevarsi dopo tanti anni bui. I tifosi interisti, per quanto scossi dal caso Icardi, devono essere fieri di Handanovic, del loro nuovo capitano, del loro insuperabile portiere. Certo, qualche incertezza l’ha avuta ma è necessario guardare i lati positivi. Se l’Inter ha raggiunto la Champions League, è terza in campionato e negli anni scorsi ha evitato alcune brutte figure, è anche merito suo. Quindi, la fascia da capitano è il giusto rinoscimento a quanto di buono fatto fino ad ora, sperando che il futuro continui ad essere roseo.

 

Inter, il pugno di ferro con Icardi è solo l’inizio: i prossimi sviluppi

Inter, frattura con Icardi totale: domani non ci sarà