Vecchi e l’Inter rimpiangono Zaniolo. Le parole dell’ex allenatore della Primavera

Stefano Vecchi, suo ex allenatore dell’Inter Primavera, ha parlato di Nicolò Zaniolo ai microfoni di Sky Sport 24. I nerazzurri rimpiangono la cessione del classe ‘99, che si è rivelato uno dei migliori talenti in circolazione. La doppietta di ieri sera in Champions League, ha consacrato definitivamente l’ex primavera nerazzurro.

Le parole di Vecchi

“Giocare con una buona squadra come la Roma lo ha aiutato. L’anno scorso in primavera c’è stato un periodo in cui segnava sempre e con i gol giustificava anche qualche prestazione incolore e qualche volta cercava sempre di decidere le partite con i gol.
Sta facendo cose straordinarie e la sua bravura è quella di aver bruciato le tappe. Tutti sapevano che era destinato a grandi cose. Grandi meriti vanno a Di Francesco perché l’ha proposto e gli ha dato fiducia”.

Sull’Inter:” Vi do per certo che era apprezzato dallo staff è da Mister Spalletti. L’Inter aveva bisogno di giocatori pronti subito e il fatto di poter prendere Nainggolan è stata la chiave. L’Inter solitamente mette il diritto di recompra, ma in questo caso non l’ha fatto, evidentemente perché  la Roma ci aveva visto bene subito”.

Sul ruolo:” Per me può diventare una è mezz’ala sinistra di livello internazionale. Io già l’anno scorso lo paragonavo a Lampard e Gerrard e un giocatore a tutto campo. Poi, come avete visto può fare anche il trequartista e l’esterno destro, come ha fatto ieri sera. È un giocatore completo”.

Icardi, Di Marzio fa chiarezza sulla situazione dell’ex capitano

Sky, Spalletti su Icardi: “Era convocato, non è voluto venire con la squadra”