Icardi Juventus, una provocazione o un futuro annunciato?

Una scelta che potrebbe costar cara

L’Inter, ieri, ha ufficialmente rimosso la fascia da capitano dal braccio di Mauro Icardi. Decisione presa di comune accordo con il tecnico Luciano Spalletti a causa delle frasi, ritenute inopportune, dichiarate da Wanda Nara. Procedendo con l’ordine giusto, però, è facile comprendere che la telenovela sul rinnovo del centravanti argentino è in onda da fin troppo tempo. Qualche mese fa, durante la trasmissione Tiki Taka, la showgirl sudamericana annunciava un clamoroso retroscena sul possibile trasferimento del marito alla Juventus.

Wanda e Paratici: un pensiero in comune

Il clamoroso trasferimento di Mauro Icardi alla Juventus ha accompagnato la fase finale del calciomercato estivo. In particolar modo, quando i bianconeri stavano per cedere Gonzalo Higuain. Pochi mesi dopo sono arrivate le rivelazioni di Wanda Nara e del d.s dei torinesi Fabio Paratici.

Lady Icardi, per chi non ricordasse, dichiarava:

“La verità è che l’Inter lo voleva mandare alla Juventus, è stato sempre Mauro a dire di no e a voler rimanere all’Inter. Nell’ultima finestra di mercato aveva un piede fuori, la Juve per convincermi mi ha detto che avrebbe fatto coppia con Ronaldo, e alla fine è arrivato davvero”.

Frasi che trovano conferma nell’intervista del direttore sportivo della Juventus, il quale con precisione ha spiegato come è nata la suggestione per acquistare Icardi:

“Per far crescere tutto il club, per dare uno shock positivo e proiettare la Juve oltre i suoi confini un’idea l’avrei… È tutta da valutare, non mettetevi a ridere e non mi buttate fuori dall’ufficio. Ci sono due modi per motivare la squadra: uno non si può dire e l’altro è quello di comprare Cristiano Ronaldo. Il primo era comprare Icardi e scatenare un casino incredibile… Ma, come è ovvio, non era questo il mio obiettivo reale.”

 Icardi si sente tradito a tal punto da volersi unire ai rivali storici?

Mauro Icardi ha rifiutato la convocazione per la partita di Europa League contro il Rapid Vienna. Ora, tutti si chiedono come reagirà il numero 9 dopo una scelta così drastica. Il ragazzo si sentirà tanto tradito dalla società e ferito nell’orgoglio così da pensare ad un clamoroso addio, o cercherà di dimostrare il proprio affetto e l’amore per la maglia nerazzurra?!

Una cosa è certa, il calciatore non si discute e ha dimostrato in tante occasione di credere nell’Inter, ma non si è dimostrato altrettanto bravo quando bisognava difendere la maglia.Nelle ultime uscite, le prestazioni sono state davvero deludenti, probabilmente a causa delle troppe voci che lo hanno distratto, facendogli dimenticare il lavoro per cui è pagato.

La società ha fatto intendere che la punizione non è dettata dalla crisi in zona gol e che Icardi è un calciatore centrale nel progetto nerazzurro. A questo punto, inoltre, l’ormai ex capitano avrà gli stimoli giusti e collaborerà con i suoi compagni, o tradirà tutto il mondo nerazzurro cercando nuovi stimoli con il trasferimento in bianconero? Il tempo darà le dovute risposte anche se i nerazzurri avrebbero voluto che ci fosse stata una presa di posizione contro la moglie proprio per rispettare l’Inter. Non resta, al momento, che un grande punto interrogativo.

Real Madrid, Courtois chiama Hazard a Madrid. Le sue parole

Napoli, Hamsik saluta i suoi tifosi:”Vi amerò per sempre”