Sanabria-Genoa: arrivato in Italia con un record

sanabria genoa dipendenza
Credit Genoa CFC

SANABRIA-GENOA – È passata tanta acqua da quando il bambino di 8 anni calpestava i campi paraguayani del Cerro Porteno, alcune volte polverosi. Il padre Antonio nel 2007 decide di trasferirsi in Spagna con tutta la famiglia. Per qualche gioco del destino, la carriera di questo talento da quel momento è tutta in crescendo!

Tecnica, determinazione, caratteristiche che lo portano a farsi notare in una squadretta dilettantantistica spagnola (la Blanca Subur), per correre, successivamente, verso le giovanili blaugrana. Il passaggio alla Roma, con Rudi Garcia che lo inserisce nella lista Champions. Il ritorno in Liga, due stagioni da cannoniere nello Sporting Gjion. Segue il passaggio al Betis, qualche incomprensione dopo aver fatto dei numeri, poi finalmente il Genoa! Questo è Sanabria! Un altro giocatore capace di farsi ricordare, voluto fortemente: non è una scommessa!

Sanabria-Genoa, arrivato in Italia con un record

Più giovane di Piatek, alto 181 cm, Sanabria è un giocatore in crescita. La sua caratteristica è andare sempre verso il pallone, sia con spalle alla porta sia verso la rete.

Alcuni genoani pensano di aver perso l’uomo dei record. Sanabria ne ha uno prestigioso: è tra i 10 giocatori che sono riusciti ad andare in doppia cifra nella Liga prima di aver compiuto 20 anni. Gli altri? Nomi altisonanti, ingiusti i paragoni, da Santilliana a Messi, da Fernando Torres ad Aguero.

Piace molto agli allenatori perché aggredisce gli spazi, fa salire la squadra. Come da lui ammesso, la continuità è il suo punto debole. Tutto dipende dagli stimoli, a Siviglia erano venuti meno. Tre goal in 4 partite ricordano qualcuno, caratteristiche diverse certo, ma se il buongiorno si vede dal mattino!

Roma-Bologna le formazioni ufficiali. Di Francesco rilancia Kluivert

Wanda Icardi, che succede? Clamorosa uscita social