Spalletti Inter, la rivincita degli scontenti: i neroazzurri ingranano

SPALLETTI INTER – Dopo un brutto periodo, sembra tornato il sereno in casa Inter. Dopo la vittoria in quel di Parma, seguita da quella in Europa League in casa del Rapid Vienna, ieri è arrivata la terza vittoria consecutiva sconfiggendo la Sampdoria per 2-1.

Spalletti Inter, la rivincita degli scontenti

La partita vinta ieri contro la Sampdoria ha assunto un duplice significato poichè oltre ai tre punti si è assistito alla rinascita di due giocatori fondamentali per i neroazzurri e cioè Nainggolan e Perisic. Potremmo chiamarla la rivincita degli scontenti visto i precedenti non del tutto rosei che hanno portato la squadra sull’orlo del precipizio. Ma, ieri sera, Spalletti ha ricevuto le risposte che desiderava, anche se continua a trasparire parecchio nervosismo dal comportamento dei giocatori.

La standing ovation con la quale Nainggolan ha lasciato il campo a fine partita è la fotocopia della serata neroazzurra e quindi della sua rinascita. La partita vinta più con i nervi che con la ragione, ha visto Il Ninja fare finalmente la differenza, scacciando i fantasmi della cessione di Zaniolo.

Nainggolan ha finalmente emozionato i suoi tifosi insomma, tornando ad illuminare San Siro come ai bei tempi. Gioca con concretezza ed è evidente che le gambe inizino a sorreggerlo. Questo può essere solo di buon auspicio per il futuro perchè ora l’Inter deve riprendere a macinare punti. Forse, lo farà anche con l’aiuto di un ritrovato Perisic che corre e crea con continuità.

E’ stato una vera e propria spina nel fianco per i blucerchiati e non caso l’assist per la rete di D’Ambrosio è il suo. Dopo tanto caos durante la sessione invernale di mercato, sembra tornato il sereno, se non fosse per il caso Icardi. Ma, già ieri sera negli studi di Tiki Taka ci sono stati i primi segnali di distensione. Bisogna remare tutti dalla stessa parte e con un Nainggolan e Perisic ritrovati e il possibile ritorno di Icardi, l’unione di intenti sarà fondamentale. Ma,nel frattempo, Lautaro non sta facendo di certo rimpiangere l’ex capitano neroazzurro.

Clamoroso in Lega Pro ”Sarà l’ultima farsa”

gattuso milan

Gattuso Milan, la rinascita ha due volti: l’analisi