Siviglia Lazio, le pagelle. I biancocelesti fuori dall’Europa League

Siviglia Lazio, le pagelle. I biancocelesti, dopo la sconfitta per 2-0, vengono eliminati dall’Europa League. Gli spagnoli ballano in difesa ma gli errori di Immobile e compagni risultano determinanti. Ennesimo gol di Ben Yedder che sblocca il match al ventesimo minuto. La Lazio crea ma non riesce a concretizzare.

Nel secondo tempo succede di tutto: la Lazio crea e sbaglia tantissimo, poi Vàzquez si fa espellere. I biancocelesti dominano per dieci minuti, Immobile sbaglia da solo davanti a Vaclik e, poco dopo, Marusic si fa cacciare per una apparente gomitata su Ben Yedder. Nel finale il gol del 2-0 di Sarabia.

Siviglia Lazio, le pagelle.

Siviglia

Vaclìk 6.5. La Lazio gli semplifica la giornata ma sulle occasioni importanti è sempre presente.
Mercado 6.5. Dalla sua parte Lulic si fa vedere un paio di volte, in fase offensiva è molto pericoloso.
Kjaer 6.5. Partita attentissima, molti contrasti vinti e qualche momento di pericolosità sui calci piazzati.
Sergi Gòmez 6. Il più disattento dei quattro, spesso fatica a tenere salda la linea del fuorigioco, tira più di un sospiro di sollievo quando Immobile alza troppo lo scavino.
Roque Mesa 6.5. Non va mai in difficoltà fino all’ingresso di Romulo, questione di pochi minuti. (Rog SV)

Jesùs Navas 7. Tornato in Spagna dal Manchester City, capitano del Siviglia e giocatore assolutamente determinante. La sua velocità mette sempre in difficoltà gli avversari e l’assist del 2-0 è un suo passaggio.
Sarabia 7. Segna il gol del 2-0 con un ottimo destro incrociato. Questo è un centrocampista che potrebbe giocare titolare in tante squadre al vertice in Europa.
Vàzquez 5.5 Unica insufficienza in campo, pesa tanto l’espulsione che avrebbe potuto condannare i suoi. Nel complesso una partita incolore nell’arco dei 60 minuti giocati.
Escudero SV. Si strappa quasi subito, un peccato. (Promes 6.5. Giocatore molto veloce che spinge sempre in fase offensiva. Non riesce spesso a irrompere nell’area della Lazio.)
Andrè Silva 6. Non la sua miglior prestazione stagionale. In attacco, però, l’intesa tra lui e Ben Yedder è fantastica. (Amadou SV)
Ben Yedder 7. Attaccante stratosferico. Oltre venti gol in stagione, e non siamo ancora a marzo…
Machin 7. Prepara benissimo la gara e, fino all’espulsione, soffre molto poco. Bravissimi a chiudere la gara appena ristabilita la parità numerica.

Lazio

Strakosha 6. Incolpevole sui due gol subiti, ma allo stesso tempo sono state le uniche vere occasioni della gara per il Siviglia.
Marusic 4.5. L’espulsione è dubbia ma la colpa è enorme. Nel momento migliore della Lazio lui, su un normalissimo uno-due, allarga il braccio e col gomito colpisce Ben Yedder, l’arbitro non lo grazia.
Acerbi 6.5. Faro della difesa, è l’unico a non commettere errori. Si spinge in marcatura per novanta minuti. Capita una grande occasione anche a lui, che il portiere avversario para incredibilmente.
Radu 6. Qualche errore in fase difensiva, non la sua miglior partita. Riesce comunque a non essere il peggiore, ma non per meriti suoi.
Patric 5. Che dormita… Il gol dell’1-0 del Siviglia arriva soprattutto a causa della sua posizione che tiene in gioco anche i raccattapalle. Tolto dopo un tempo. (Correa 6.5. Prova ad accendersi nel secondo tempo e riesce a caricarsi la squadra. L’espulsione di Marusic spegne ogni entusiasmo.)
Lulic 6. Non molla mai, ma commette tanti errori. Nel primo tempo a tu per tu col portiere viene toccato da un avversario e inciampa, il rigore poteva starci. Nel secondo tempo manca qualità negli ultimi quindici metri.

Badelji 6.5. Nel primo tempo è l’unico a farsi notare, grazie a un’ottima fase di interdizione. Nel secondo tempo esce per rifiatare in vista dei prossimi impegni. (Durmisi 5.5. Entra a causa dell’espulsione di Marusic e la testa non regge. Non tiene nessun avversario)
Cataldi 6.5. L’unico a sbagliare relativamente meno. Nel primo tempo si propone bene alle spalle della difesa, nel secondo prova a ispirare i compagni.
Milinkovic Savic 5. Disattento, impreciso. Il gol dell’1-0 parte da un suo errore macroscopico e nel corso dei 90 minuti non si accende mai. Che sia il fratello gemello del giocatore dell’anno scorso? (Ròmulo 6.5. Entra e cambia la partita, fa espellere lui Vàzquez e spesso crea imbarazzo nella difesa spagnola. L’espulsione spegne anche lui)
Caicedo 6. L’unica fiammata è una palla geniale per Immobile che si mangia il gol dell’1-1. Nel primo tempo è nervosissimo e accumula più falli che tiri verso la porta.
Immobile 5.5. La sua crisi continua. Prima gli infortuni e ora questa astinenza che non sembra volersi fermare. Se i biancocelesti stanno rallentando è anche a “causa” sua.
Inzaghi 5.5. Non è colpa sua se i giocatori sbagliano negli ultimi metri ma nessun gol in 180 minuti è troppo poco per ambire a superare un turno nelle coppe europee. Ci dovrà riprovare il prossimo anno.

Shalke 04 Manchester City, le formazioni ufficiali. Solito undici per Pep

Atletico Madrid Juventus, le pagelle. I colchoneros schiantano i bianconeri