Inter Francoforte, l’analisi degli avversari di Luciano Spalletti

INTER FRANCOFORTE– Sono terminati da pochi minuti i sorteggi di Europa League per gli ottavi di finale. L’Inter giocherà contro il Francoforte ed il match di andata si giocherà in Germania. La squadra, allenata da Adolf Hutter, ha vinto il girone, che includeva anche la Lazio,con il massimo dei punti. Attualmente si trova nella settima posizione in Bundesliga ma in Europa presenta tutta una mentalità completamente diversa.

Non è la prima volta che i nerazzurri affrontano una squadra tedesca. E’ accaduto anche nel marzo 2015, proprio agli ottavi di finali, quando Roberto Mancini affrontò il Wolfsburg. Il club milanese fu eliminato dopo aver perso sia la gara di andata che di ritorno. Nessun precedente tra le due squadre anche se Ivan Perisic, quando era con la maglia del Wolfsburg, segnò una rete decisiva.

Francoforte: un attacco da rispettare

Il Francoforte ha il miglior attacco della competizione, rappresentato in particolar modo dal calciatore che attratto i migliori top club europei: Luka Jovic. La squadra di Hutter gioca con un 3-4-1-2 molto offensivo e, per questo,pecca nella fase difensiva.

I difensori Ndicka, Abraham ed Hinteragger sono molto fisici ma poco precisi. Il centrocampo è ben organizzato grazie alla corsa dei due esterni Da Costa e Kostic. Il primo è più difensivo mentre il secondo è quello che costruisce e garantisce giocate estrose ai compagni. Rode e Hasabe presidiano la zona mediana del campo. Gacinovic, Jovic ed Haller si  sono attaccanti molto dinamici dove il francese funge da perno per gli inserimenti dei compagni. Sarà una sfida molto interessante anche perché cade nella settimana in cui la squadra di Luciano Spalletti affronterà il Milan dopo tre giorni dal match di ritorno.

Inter, Zanetti finalmente interviene sul caso Icardi: le sue parole

Chievo Genoa, Volpi l’Aretino dirigerà il match