Preziosi Genoa: bene o male? Quale futuro?

PREZIOSI GENOA – Sappiamo benissimo che senza soldi non si può programmare. Sappiamo anche che senza un progetto non si fanno plusvalenze. Quindi, Preziosi sta sbagliando tutto? No.

Sta allestendo una vetrina per capitalizzare quanto di buono arriva per indossare la maglia Rossoblu? Si. Tutto questo porterà alla famosa autogestione con i famosi “50 ml” da investire per talenti o calciatori di categoria essenziali per creare una ossatura duratura. Andrà così? Si spera. Il contrario porterebbe al disastro.

PREZIOSI GENOA, per una tifoseria unita

Il tifoso Rossoblu deve ritornare unito senza fazioni e, solo Preziosi, può compiere il miracolo.

Come? Vendendo la società a persone credibili oppure gestendola con criterio sportivo e con qualche obiettivo che siringhi si passione i supporter genoani.
M.C.

Inter, Icardi “malato immaginario”? No, rischia l’operazione! I dettagli

Parma-Napoli, le formazioni ufficiali. Ancelotti si affida a Milik e Mertens