Genoa Frosinone, Prandelli: “Lavoro e entusiasmo”

Prandelli Genoa News
Credit Wikipedia

GENOA FROSINONE – Alle ore 15:00 il Genoa affronterà in casa il Frosinone. Nella giornata di ieri, mister Prandelli ha parlato in conferenza stampa.

Le sue parole: “Abbiamo accettato volentieri di andare a Begato. C’era grande entusiasmo e ci siamo allenati bene. Domani sarà una partita dove dovremo avere la massima attenzione e ci faranno sicuramente soffrire. Avremo bisogno di uno stadio caricato a mille”.

Genoa Frosinone, Prandelli: “Ho una preoccupazione e una sana paura”

Sul match contro il Frosinone: “È uno scontro diretto e saranno determinanti i tre punti, ma ci saranno molte insidie perché anche loro vorranno vincere e con la Samp ci sono riusciti. A Verona ci sono stati molti falli e quindi il ritmo di gara e l’intensità non sono state fluide”.

Sulla squadra: “Stiamo ragionando su una compattezza difensiva. Quando una squadra è corta e compatta può distribuire le forze. Ho una preoccupazione e una sana paura, ma sono ottimista. A me piace una squadra che mentalmente ha la predisposizione ad attaccare con più giocatori e non dare punti di riferimento”.

Su Sturaro: “Sturaro sono troppi mesi che è lontano da una partita ufficiale. Non gli dobbiamo mettere pressioni”.

Le amichevoli in settimana: “Amo le partite del giovedì perché vogliamo avvicinare la gente alla squadra e perché anche se le categorie sono inferiori le fasi di gioco sono simili”.

Su Sanabria: “Sanabria ha avuto la settimana scorsa un piccolo problemino che gli ha fatto saltare due allenamenti. Lui però ha doti straordinarie e voglia di fare bene. Dobbiamo rivedere i movimenti di chi gli gira intorno.

Su Veloso: “Veloso è due giorni che ha la febbre. Gli altri infortunati migliorano giorno per giorno ma dare dei tempi di recupero ora è difficile”.

Elogio al settore giovanile: “Il lavoro che stanno facendo nelle giovanili è importante. È un settore che sta lavorando molto bene”.

Su Kouame: “Kouame è un ragazzo che ha grande generosità e capacità di corsa. Se sta lontano dalla porta c’è qualcosa che non funziona”.

Il ricordo di Astori: “Domani al 13 minuto ricorderemo Astori, un giocatore che ho conosciuto e che mi manca molto”.

(fonte: genoanews1893.it Giampiero Gallotti)

Fifa. Rivoluzione nel mondo del calcio: ecco come cambia il gioco

Mercato Inter, nuova squadra su Icardi: operazione clamorosa