Genoa Real Frosinone, un punto che serve come le noci nel pesto

GENOA FROSINONE – Abbiamo rivisto la partita. Eravamo 4 amici al bar adesso siamo rimasti in due perché, purtroppo, ci sono venuti a mancare Giulio e Sandro (non il calciatore di cristallo ma un barista probabilmente più veloce e resistente del brasiliano). Giulio dopo l’espulsione del ragazzo tesserato dal Frosinone ha deciso, dopo aver chiesto, ai calciatori genoani ripetutamente di spingere e provarci, di attraversare la manica a nuoto allenandosi per l’impresa in una stireria del centro di Genova.

Sandro, astemio, al fischio finale ha urlato “preziosi portaci in Europa “…domani andremo a trovarlo al nosocomio di San Martino…TSO obbligatorio. Noi siamo rimasti lì sereni e contenti di poter sognare traguardi che solo il capitano James Tiberius Kirk potrà permetterci di raggiungere. Poi è arrivata una nave Klingon e ci ha portato via. Anche il noto cantautore Luca Canfora, conduttore televisivo di gran successo, ha esternato sui social il suo pensiero.

Genoa Frosinone, siamo tifosi del Grifone

Noi non siamo contro Preziosi ma siamo solo tifosi del Genoa. Non ci interessano le diatribe da quartiere. Vogliamo solo chiedere : che differenza c’è tra il Genoa, l’Atalanta e la Fiorentina? Perché noi non abbiamo mai una risposta precisa se non “ne parleremo a giugno?”.

Se c’è un progetto bene. Se non c’è bene uguale. Del Genoa noi non siamo proprietari ma lo amiamo, adoriamo e lo seguiamo ovunque. Continueremo sempre e comunque.
4 amici al bar

zhang presidente inter

Zhang Inter, la rivoluzione ha inizio: il centrocampista a un passo dall’addio

Real Madrid, aria di rivoluzione: Milan e Juve sognano!