Genoa: gli obiettivi di inizio stagione e quelli presenti

GENOA – Agosto 2018, il Genoa riparte da Ballardini. con un semplice calcolo matematico si applica la media punti tenuta dal tecnico Ravennate, da quando è subentrato nel campionato precedente. Tutti i numeri indicano che con una squadra minimamente rinforzata, si alzavano gli obiettivi di classifica. I 12 punti in 7 partite conquistati dalla squadra, non bastano a tenere in panchina Davide Ballardini, il motivo si saprà in seguito. Dissapori all’interno dello spogliatoio e un gioco non particolarmente brillante, non giovano alla causa del tecnico.

All’arrivo di Ivan Juric, malgrado il ciclo di ferro da affrontare, gli obiettivi sono ancora in piedi e la prima partita in casa Juventina, insieme all’esordio in campionato di Romero, confermano il trend!
Juric viene scelto per due motivi fondamentali: metterlo alla prova, avendolo a busta paga e l’impossibilità di ingaggiare subito Cesare Prandelli, questioni burocratiche dovute a precedenti contratti del tecnico. Il ciclo di Juric non riesce a ottenere punti sufficienti per mantenere il trend, quindi si passa dopo poco più di un mese al tecnico attuale.

Genoa, l’era Prandelli

Obiettivi sfumati, concentrazione a mantenere la categoria, preparazione al prossimo campionato. Indi, campagna acquisti di Gennaio mirata a preparare giocatori per la stagione 2019/2020.
A Prandelli, viene concessa ampia autonomia nella scelta degli uomini, insieme allo scendere in campo con la difesa a 4, cosa sembra, non concessa a Ballardini ad inizio campionato. Cade un tabù! Si passa a 4, malgrado che per anni, sotto la presidenza Preziosi, il Genoa sia diventato col tempo l’icona del 3-4-3.

Nelle ultime 2 partite disputate con squadre di fondo classifica il gioco latita. Non sarebbe stato facile trovare spazi lo si sapeva. Ha colpito di più in negativo, la lenta circolazione della palla! Forse sono venuti meno anche gli stimoli, più facile giocare con squadre di blasone. In ogni caso 2 punti sono arrivati, in altri tempi avremmo perso, la difesa non ha subito reti. Un inedito in 2 partite consecutive. Le ambizioni si sono ridotte, si cerca un posto nelle prime 10, ma i veri obiettivi si spostano ad agosto prossimo, quando tutto fa pensare, di giocare il prossimo Campionato da protagonisti!
R.N.

Donnarumma Milan, pronto un incontro per parlare del futuro

Cancelo Juventus, sirene inglesi per il portoghese, è già pronta un’offerta