Florenzi Roma. La caduta e le lacrime del gladiatore

Florenzi Roma, il beniamino dei tifosi tradisce i tifosi nel momento decisivo. Il suo errore condanna i giallorossi. Il primo vero erede, secondo i tifosi e le gerarchie dello spogliatoio della coppia di leader Totti, De Rossi, questa sera ha vissuto un incubo. La Roma stava raggiungendo i rigori, dopo una partita molto emozionante condita da tante giocate e tanti errori. Bravissimo il Porto a sfruttare i due errori macroscopici di Manolas e Karsdorp nei tempi regolamentari, meno brava la Roma a non sfruttare gli errori della retroguardia portoghese.

L’errore più grave, però (oltre quello dell’arbitro di non andare a guardare il dubbio contatto su Schick), è quello che commette Alessandro Florenzi negli ultimi minuti dei tempi supplementari. Su un tiro ben lontano dallo specchio della porta di Pereira il terzino giallorosso strattona visibilmente Fernando in mezzo all’area di rigore. L’attaccante non sarebbe mai potuto arrivare sul pallone ma il gesto è troppo plateale per non essere punito.

Florenzi Roma, la caduta del gladiatore

Ha del tragico ciò che è successo oggi. Il difensore è uno dei giocatori veramente innamorati della squadra e i tifosi ricambiano questo amore. Ma, ogni tanto, la vita è paradossale.

Il gladiatore giallorosso, acclamato da tutti gli spettatori ogni domenica, si ritrova a lasciare i suoi stessi tifosi con le stesse lacrime che lui ha versato “nell’arena”, dopo aver compromesso una fetta della stagione dei giallorossi. Il calcio, fortunatamente, gli permetterà di riscattarsi, giorno dopo giorno, da quello che potrebbe essere uno dei suoi giorni peggiori da quando ha debuttato con la maglia della “maggica

Porto-Roma, le formazioni ufficiali. Novità nel tridente

milan logo

Elliott Milan,arriva un nuovo socio? I tifosi sognano