Mondiali 2022, rivelazione del Times: “Qatar avrebbe corrotto la FIFA!”

MONDIALI 2022 – Continuano ad essere alimentate mese dopo mese le polemiche sul prossimo mondiale in Qatar. Per quanto l’evento sia ancora parecchio lontano, tante sono le nubi che si aggirano attorno all’organizzazione. Infatti, il tutto si arricchisce ora con la corruzione.

Mondiali 2022, la rivelazione del Times

Così, dopo le polemiche sui diritti umani calpestati degli operai, si sono aggiunti numerosi sospetti di corruzione. In particolare, il quotidiniano britannico “Times” sarebbe entrato in posesso di alcuni documenti che dimostrano la veridicità di quanto dimostrato. Infatti, da quest’ultimi si evincerebbe come la gara di assegnazione sia stata influenzata.

Ciò è stato possibile facendo pervenire alla FIFA una ricca offerta proveniente appunto dal Qatar. L’escamotage è stato effettuato attraverso la televisione Al Jazeera, la quale avrebbe fatto ricevere la corposa offerta. Ovviamente tutto è stato organizzato per aggirare le regole che vietano incentivi economici da parte dei paesi interessati.

L’emittente televisiva ha fatto così giungere la sua offerta per i mondiali 2018 e 2022. In patrticolare, ha offerto 118 milioni di euro per quello appena passato in Russia più un bonus di altri 118 milioni se la prossima kermesse si fosse organizzata in Qatar.

Insomma, una manovra ai limiti della regolarità e della legalità. Inoltre nel 2013 la FIFA avrebbe ricevuto un secondo pagamento relativo ai diritti televisivi pari a 430 milioni di euro. Questo denaro, unito ai primi 350 milioni, porterebbe alla cifra mostruosa di 780 milioni di euro.

Alla luce di tutto ciò, ci sarebbero gli estremi affinchè la FIFA rinunci ai soldi incassati, rivedendo così l’assegnazione del torneo. La bufera si presuppone continuerà a lungo, fino a quando non emergeranno ancora più dettagli che porteranno a clamorose ed ulteriori novità.

 

 

Genoa, sconfitta che brucia: ora un ciclo di ferro

Icardi Inter, i contatti con Marotta proseguono: gli scenari