Inter, lo “sliding doors” nerazzurro. E la Juventus gongola

INTER JUVENTUS– L”intreccio di mercato tra Inter e Juventus diventa sempre più intenso. La qualificazione dei bianconeri contro l’Atletico ha dato tante risposte soprattutto al d.s Fabio Paratici, che ha un quadro ben chiaro sul quale operare. La gara dello scorso martedì ha confermato la crescita di Federico Bernerdeschi, preferito addirittura a Paulo Dybala.

L’ex Fiorentina ha risposto in maniera ottimale, risultando imprescindibile negli schemi di Max Allegri. La consacrazione del numero 33 ha aperto nuovi scenari che, a questo punto, riserveranno tanti sorrisi ai tifosi bianconeri.

Inter Juvents: quando è fondamentale scegliere

Federico Bernardeschi, prima che firmasse con il club di Agnelli, era stato seguito a lungo dall’Inter. I nerazzurri, poi, preferirono virare su altri profili (Joao Mario su tutti). Quel che sembra davvero surreale è l’intreccio tra le due squadre italiane che si starebbe creando.

Paulo Dybala è diventato quasi una seconda scelta per Max Allegri e una possibile cessioni non stravolgerebbe niente. Se poi tale vendita dovesse portare a Torino addirittura Mauro Icardi, per Paratici sarebbe tutto perfetto. Tutto questo non è affatto impossibile considerata la situazione del centravanti di Rosario in nerazzurro. A Milano si è trasferito Giuseppe Marotta , il quale riabbraccerebbe immediatamente l’ex Palermo ad Appiano. Il guadagno sarà sicuramente a sfondo bianconero che avrebbe due calciatori futuribili ( Icardi e Bernardeschi) sacrificandone uno.

Fabio Paratici e Max Allegri hanno ben chiaro il nuovo progetto per l’attacco della squadra:

  1. Icardi e Cristiano Ronaldo coppia d’attacco
  2. Federico Bernardeschi a sostegno
  3. Cessione di Mandzukic con Kean pronto a subentrare

La scuola di programmazione per il futuro è ben avviata, resta solo da capire come si muoverà l’Inter in questi ultimi mesi.

JUVENTUS PARATICI

Mercato Juventus, Zidane può fare un regalo ai suoi ex tifosi

Genoa Juventus, si va verso il tutto esaurito: restano circa 2.000 biglietti