Icardi Inter. Maurito torna e segna, ma qualcuno non è contento

Icardi Inter. Maurito torna e segna, eguagliando i gol segnati da Bobo Vieri in nerazzurro. Non tutti, però, hanno visto di buon grado questo ritorno col botto. Lontano due mesi dal campo l’ex capitano ha dimostrato di non aver perso lo smalto e la capacità di incidere in ogni partita. Nonostante un palo colpito nel primo tempo è dai suoi piedi che partono due dei quattro gol segnati dalla squadra di Luciano Spalletti. Il ritorno al gol di Icardi arriva su un rigore guadagnato dall’argentino e realizzato con sangue freddo. Nel secondo tempo, poi, arriva anche un assist al bacio per Perisic che insacca.

Da notare, in seguito al gol di Perisic, uno Spalletti visibilmente nervoso, probabilmente già concentrato sulla difficile scelta dell’attaccante titolare tra Maurito e l’altro argentino, ora infortunato, Lautaro Martìnez.

Icardi Inter. La reazione della curva nord

Dopo il gol segnato da Mauro Icardi è stato bello vedere tutta la squadra abbracciarsi, un ottimo segnale a tutti coloro che raccontano di uno spogliatoio spaccato e schierato apertamente contro l’ex capitano. Orrenda, ma non è certo una notizia, la reazione della curva nord che, come imposto da un paio di “capi” intima ai supporters nerazzurri di non esultare.

Inutile descrivere la scena che si è vista tra gli spalti di Marassi. Coloro che, in maniera tanto audace quanto arrogante, si definiscono l’Inter non esultano al gol del 2-0. Sarà curioso, ora, vedere come si comporterà la curva il prossimo weekend quando i nerazzurri torneranno a San Siro per affrontare l’Atalanta. Si prospetta un’accoglienza non proprio calorosa per Icardi che, nel frattempo, non si lascia condizionare e nel giorno del suo ritorno procura un’espulsione, segna e regala un assist.

Roma Fiorentina, le formazioni ufficiali. Le scelte di Ranieri e Pioli

Genoa perde con l’Inter, tifosi furibondi