Champions Inter, la corsa si complica: ecco cosa serve ai nerazzurri per qualificarsi

CHAMPIONS INTER – E’ da sempre nel DNA dell’Inter complicarsi la vita e così anche ciò che potrebbe risultare facile, diventa difficile. L’Inter pareggia a Udine e pur non giocando male, sbatte su un Musso che para tutto quello che si doveva parare. I nerazzurri avrebbero meritato ai punti ma lì in avanti, la sterilità offensiva continua ad essere evidente. Si fatica a segnare ed ora, non bisogna far altro che mettersi davanti alla tv e guardare le partite delle immediate inseguitrici. Solo al termine della giornata, e quindi lunedì con il posticipo Milan-Bologna, potremmo dire che l’Inter abbia fatto un passo falso.

Champions Inter, la corsa si complica

I ragazzi di Luciano Spalletti si ritrovano così al momento con una gara in più a quattro sull’Atalanta  più cinque sulla Roma, a più sei sul Torino e a più sette sul Milan. Così, in virtù di questi distacchi, oggi sarà necessario comprendere cosa soprattutto Atalanta e Roma, riusciranno ad ottenere rispettivamente sui campi di Lazio e Genoa. In caso di vittoria, l’Inter si ritroverebbe con i bergamaschi a un punto di distanza e la Roma invece a due punti, ciò ovviamente nella peggiore delle ipotesi. Insomma, Spalletti spera quasi sicuramente in un passo falso di entrambe poichè vincere poi in casa con Chievo ed Empoli potrebbe anche non bastare.

Del resto, oggi la Lazio è obbligata a vincere per rilanciarsi in zona Europa ma l’Atalanta è un avversario molto complicato che ormai stupisce sempre di più. Detto ciò, fondamentale diventa il calendario in vista del rush finale.

L’Inter giocherà in casa con Chievo ed Empoli come detto poc’anzi e andrà a far visita al Napoli nella penultima giornata. L’Atalanta invece oltre alla trasferta in terra romana contro la Lazio di oggi, dovrà affrontare il Genoa in casa, la Juventus in trasferta ed infine il Sassuolo in casa.

La Roma di Claudio Ranieri invece dovrà vedersela con la Juventus in casa, il Sassuolo in trasferta e con il Parma fra le mura amiche nell’ultima giornata. Per quanto riguarda il Torino di Mazzarri, i grnata affronteranno anche loro il Sassuolo, per poi concludere con Empoli e Lazio mentre il Milan sarà opposta a Fiorentina, Frosinone e Spal.

Una corsa Champions da brividi in cui nulla sarà scontato. Per Spalletti e i suoi, a partire da questo pomeriggio, ne sapremo di più.

piatek milan dipendenza

Milan Bologna, Gattuso rivoluziona i suoi: la probabile

Genoa Primavera: match rinviato