Conte Inter, la scelta di Marotta è chiara: occhio agli intoppi

CONTE INTER – Più passano i giorni e più in casa Inter crescono le possibilità di vedere Antonio Conte sulla panchina nerazzurra. Almeno per il momento, di contatti fra l’allenatore leccese e la Juventus non ci sono stati ma sono tante le voci che si susseguono. Nel frattempo però, prima di inziare a programmare la prossima stagione, sarà necessario per i nerazzurri vincere almeno due delle ultime tre partite di campionato. Infatti, ogni possibile programma futuro passa dalla qualificazione alla Champions League: solo in seguito si potranno prendere decisioni. Centrare l’obiettivo però non potrebbe bastare per la riconferma di Spalletti perchè Beppe Marotta punta molto forte du Antonio Conte.

Conte Inter, la scelta di Marotta è chiara

Il pressing su Antonio Conte iniziato qualche mese fa entra ora nel vivo, anche se la trattativa non si è ancora conclusa per tre precisi motivi. Il primo riguarda gli sviluppi in casa Juventus dove si potrebbe arrivare ad una separazione con Allegri. Egli infatti è sua volta nel mirino del Paris Saint Germain, mentre Nedved e Paratici dovrebbero convincere il presidente Agnelli sul ritorno di Conte in quanto non del tutto convinto.

Il secondo motivo è legato all’ok definitivo del presidente dell’Inter Zhang sul procedere nella trattativa per Conte. Infatti, esonerare Spalletti e il suo staff porterebbe ad una spesa di 25 milioni di euro lordi , senza considerare che ingaggiare l’ex Juventus con un contratto triennale, costerebbe 10 milioni di euro netti a stagione. Insomma, somme molto ingenti con un occhio di riguardo al fair-play finanziario in quanto i nerazzurri sono ancora sotto la lente d’ingrandimento della Uefa.

Il terzo motivo invece è legato alla qualificazione alla prossima Champions League che per l’Inter e per Conte sono fondamentali. Tutto passa da essa e sicuramente da qui a qualche settimana di distanza, ne sapremo di più.

logo juventus

Juve, per la panchina spunta il nome che non ti aspetti

Allegri Juventus, ultimatum alla società: ecco le richieste