Inter Champions. Le due nerazzurre trionfano, beffato il Milan di Gattuso

Inter Champions. Le due nerazzurre trionfano nell’ultima giornata di Serie A. In Europa League, invece, andranno: Roma, Milan e Lazio. Sarà invece l’Empoli a retrocedere in virtù degli scontri diretti contro il Genoa. Un’ultima giornata scritta dalla sapiente mano di Alfred Hitchcock per la Serie A. Mentre a Bergamo l’Atalanta passa senza troppi problemi contro il Sassuolo, garantendosi il proprio terzo posto, a Milano e a Ferrara il Thriller ha dominato il campo.

La squadra di Gattuso parte benissimo con due gol nei primi 23 minuti di gara. Alla mezz’ora, però, Vicari dimezza lo svantaggio e all’inizio del secondo tempo Fares, addirittura, trova il pareggio. La squadra di Gattuso, però, ritrova il vantaggio al 66′ con un rigore sapientemente segnato da Kessiè.

Inter Champions, la vittoria di San Siro

La partita più emozionante è stata, senza dubbio, quella di Milano tra Inter ed Empoli. Nessun gol in un primo tempo non senza emozioni ma con Dragowski che salva più volte il risultato. Nella ripresa, però, scoppia il caos. Keità, entrato al posto di Asamoah, porta in vantaggio la squadra di Spalletti con una bella conclusione da fuori area. Poi l’arbitro assegna, e conferma con il VAR, un rigore molto dubbio che Icardi conquista ma sbaglia.

Arriva, pochi minuti dopo, il pareggio dell’Empoli che nel secondo tempo ha creato tanto gioco. Entrambe le squadre continuano ad attaccare e meriterebbero il vantaggio che arriva, per l’Inter, grazie a una grandissima azione di Vecino che colpisce il palo ma Nainggolan è fortunato e il pallone gli rimpalla addosso e segna il 2-1. Nel finale l’Empoli sbaglia due clamorose occasioni e D’Ambrosio colpisce una auto-traversa. Ma alla fine dei novanta minuti è l’Inter che andrà in Champions mentre l’Empoli sarà costretto alla retrocessione.

Prandelli Genoa News

Fiorentina Genoa, le formazioni ufficiali: l’undici scelto da mister Prandelli

Spalletti Inter, il tecnico toscano molto polemico al termine della gara