Mercato Inter, cosa chiedere alla Befana per vincere subito?

Mercato Inter – Inutile chiedere ai tifosi interisti un pit stop nelle polemiche, almeno per San Silvestro e Capodanno, sarebbe come rinunciare al  cenone, ai botti, al trenino di mezzanotte sulle note di Brigitte Bardot. Se dalla Pinetina arrivano solo notizie confortanti, con la  doppia seduta di fine anno imposta da Conte con tutti gli effettivi abili e arruolati salvo Asamoah, ci ha pensato il mercato ad accendere la miccia.

I post su Kulusevski hanno riempito social e chat nerazzurre più degli auguri. Per questi c’è solo da fare copia e incolla “a te e famiglia”,  ma quando in mille mila smoccolano perché un ragazzo di 20 anni ha preferito l’Eldorado bianconero al cantiere nerazzurro non gli puoi rispondere “a te e famiglia”.

Mercato Inter, la volontà di Conte

I più scafati si sono chiesti se valga la pena  privarci delle ultime overdose di carboidrati, grassi e zuccheri solo per questo. Giammai, e se Kulu non ha capito peggio per lui. Anche i tifosi però dovrebbero aver chiara la situazione, pur nell’annebbiamento generale (sottoscritto compreso) frutto  di vini d’annata e champagnini vari.  Capire che Conte ha la bava alla bocca per vincere subito, per mettere sotto i suoi antichi compagni di viaggio, per prendersi una rivincita scoppiettante sui suoi vecchi estimatori  che lo hanno ripudiato in maniera plateale  appena giunta la notizia del suo arrivo all’Inter, per dimostrare a zio Zhang che non c’è bisogno del super luxury di CR7 per vincere se uno ha in casa Antonio Conte da Lecce.

Per arrivare a tanto, il mister  ha bisogno di Kulusevski come un pinguino di un frigorifero. Non perché il ragazzo non valga, intendiamoci, anzi. Ha tutti i crismi del crack futuribile, come ha dimostrato due mesi fa a San Siro facendoci ballare per 90 minuti più recupero, in altre circostanze avrebbe meritato un sacrificio economico importantissimo.

Ma per vincere subito serve altro, serve gente disposta a morire in campo per Conte, gente che abbia già vinto perché solo le vittorie portano la mentalità per altre vittorie, perché l’esperienza non la regala la Befana e il carisma neanche.

Cosa chiedere alla Befana?

Ecco perché Conte nella sua letterina alla Befana-Marotta  ha scritto un solo nome, quello di Vidal e magari, se proprio avanzasse qualche spicciolo, anche Marcos Alonso. Con il rientro a breve di Alexis Sanchez e l’affidabilità dimostrata da Sebastiano Esposito l’attacco può restare così com’è, centrocampo e fascia no.

Affare fatto Befana, Kulusevski a quelli là, a noi il cileno e l’esterno del Chelsea e vai col Berlucchi, con i ricciarelli avanzati e sotto col trenino  di Disco Samba…”Brigitte Bardot, Bardot, Brigitte beijou, beijou..” Se poi volesse farsi un giro di giostra in nerazzurro anche Eriksen il trenino lo facciamo fino a ferragosto.

(Mercato Inter)

 

 

Mercato Inter, sprint per Eriksen: Marotta presenta l’offerta

Kulusevski Juventus, oggi la firma. Si lavora per il trasferimento immediato