Napoli Inter, al San Paolo mancherà un grande protagonista

Napoli Inter – Finita la crisi di astinenza da infortuni, soprattutto a centrocampo, Antonio Conte può sorridere alla truppa disponibile al completo con l’unica eccezione di Danilo D’Ambrosio in vista dello scontro con il Napoli. Il San Paolo è terreno storicamente ostico per i nerazzurri. L’ultima vittoria sotto il Vesuvio è datata addirittura ottobre 1997, in questi casi la legge dei grandi numeri serve come auspicio più che favorevole.
I partenopei non saranno granchè d’accordo ad interrompere questa tradizione, primo tra tutti Ringhio Gattuso che sente odore di derby ed è deciso a dimostrare a De Laurentiis che la versione originale dei giocatori sbiaditi visti negli ultimi mesi con Ancelotti può riprendersi il posto che merita e concorrere per un posto in Europa, magari quella più importante.

Napoli Inter senza il tifo organizzato

Non si può dire che lo stadio ribollirà di passione, come conferma il sito TuttoNapoli.it. A Napoli da tempo si fatica ad arrivare a 40 mila presenze, anche nei big match. Un segnale arriva dal tentativo di riportare gente allo stadio con gli abbonamenti per il girone di ritorno a prezzi più che popolari . Ma non è solo il prezzo dei biglietti a creare difficoltà. Le curve del San Paolo sono in sciopero ed hanno annunciato la decisione di non presenziare neanche alla gara con i nerazzurri. Alla base della rivolta la protesta contro le norme che regolano l’accesso allo stadio e l’irrogazione di Daspo a man bassa, anche in presenza di violazioni di scarsa importanza, come seguire la partita e tifare in piedi durante lo svolgimento della partita, come sempre successo. La protesta degli ultras azzurri va avanti ormai da tempo ed è senza scadenza.

Equilibrio da raggiungere

Spalti magari pieni ma stadio silenzioso, senza il tifo più caldo delle curve. Questo lo scenario che con ogni probabilità si presenterà lunedì sera all’entrata in campo delle squadre. L’Inter conosce bene la problematica. Non più tardi di un anno fa San Siro fu addirittura chiuso per due turni dopo gli incidenti occorsi proprio in occasione della partita con i campani. Il problema della sicurezza degli stadi è tale che deve sovrastare qualsiasi altra norma comportamentale ma  trovare il giusto equilibrio per permettere ai tifosi di far sentire il loro calore alla squadra dovrebbe essere una prima misura per evitare problemi ben più gravi.

Chiesa Juventus

Mercato Juventus, Chiesa annuncia il suo futuro: problemi per Paratici

Sarri - Juventus

Juventus Cagliari, tre ballottaggi per Sarri: la probabile formazione