Inter Conte, pesantissime offese dalle tribune per il mister nerazzurro

Inter Conte – Quello che è successo in alcuni stadi nelle ultime 24 ore è un fenomeno da studiare. Prima all’Olimpico i laziali che infieriscono sull’infortunio di Zaniolo . Quel “salta con noi…” non può trovare spiegazione nello sfottò stracittadino. Il solo tentativo di ragionarci su avrebbe il sapore di legittimare questa infamia e la stupidità di chi l’ha proferita.

Inter Conte figlio ripudiato del Salento

Oggi a Lecce l’intero stadio che esplode in una contestazione becera contro Antonio Conte, figlio di quella terra ma reo di aver allenato per poco più di un anno i rivali del Bari.
Eppure tra giovanili e prima squadra, Conte ha vestito la maglia della sua città per quasi 10 anni. Appese le scarpe al chiodo, dopo Arezzo e Siena fu il Bari ad offrirgli la panchina per 18 mesi in serie B. Un delitto che nessuno da quelle parti gli ha evidentemente perdonato. Ecco dunque lo striscione incredibile che sale sugli spalti dello Stadio di Via del Mare. Quel “Conte uomo senza identità, sei la m***a della nostra città” magari sarà stato scritto da pochi esagitati ma a giudicare dal sonoro in TV è stato condiviso da gran parte dei presenti.
Brutti segnali che continuano ad inquinare un fenomeno sportivo che avrebbe bisogno di ben altre manifestazioni.

Sarri - Juventus

Mercato Juventus, decisione inattesa di Sarri: Paratici avvisato

Mercato Juventus, Paratici smentisce: le parole del ds