Kobe Bryant muore con la figlia, incidente drammatico

Morte Kobe Bryant – Una notizia incredibile sta facendo il giro del mondo da pochi minuti. Kobe Bryant è morto nello schianto del suo elicottero, avvenuto intorno alle 19 ora italiana. L’incidente è avvenuto nei pressi di Calabasas, il velivolo si è schiantato al suolo incendiandosi. Insieme alla stella dell’NBA sono morte altre 4 persone che viaggiavano con lui, tra cui la figlia 13enne. “Black Mamba”, come era stato soprannominato per la sua capacità di essere letale in qualsiasi occasione di gioco, aveva 41 anni. Proprio ieri era stato superato da LeBron James al terzo posto nella classifica dei marcatori NBA di sempre.

Morte Kobe Bryant, italiano d’adozione

Kobe aveva un legame particolare con l’Italia, dove era cresciuto quando suo padre Joe giocava nella massima serie italiana con le maglie di Pistoia, Rieti, Reggio Emilia. Aveva mantenuto rapporti stretti con il nostro paese, parlava benissimo l’italiano e nelle interviste non mancava mai di ricordare con piacere quei momenti.
Dal 1996 al 2016, anno del suo ritiro, ha riempito del suo talento il mondo del basket e la storia dei Lakers. Il suo primo anello nel 2000, giocando in una coppia stellare con Shaquille O’Neal, ripetendosi poi nel 2001 e 2002.
Per aggiungere gli altri due anelli dovette aspettare il 2009 e 2010, ma sempre restando ai vertici tra i realizzatori e illuminando ogni partite con la sua enorme personalità. In California (e non solo) resteranno indelebili anche i ricordi dei numeri di questo campione meraviglioso, gli 81 punti segnati in una partita, le 8 triple messe a segno in un quarto, i 60 punti realizzati nella sua gara d’addio.

Il messaggio dell’Inter

Dell‘Inter il primo messaggio del calcio italiano sui social per ricordare la sua leggenda . In un tweet di pochi minuti fa la società nerazzurra lo ricorda così: “Sei stato un’ispirazione costante per chiunque abbia mai amato qualsiasi sport. La tua perdita sarà incolmabile. Oltre ogni confine, bandiera, tipo di pallone. Il tuo insegnamento rimarrà per sempre.R.I.P. Kobe Bryant”

JUVENTUS PARATICI

Mercato Juventus, si sblocca la cessione: Paratici lavora al doppio colpo

Sarri - Juventus

Juventus, non solo la sconfitta: altra tegola per Sarri