Juventus, altro duro attacco di Commisso: le parole del presidente

JUVENTUS – Non si placano le polemiche relative al match di ieri tra i bianconeri e la Fiorentina. Post-gara infuocato a causa delle dichiarazioni del presidente dei viola, Rocco Commisso.

Nel mirino è finito non solo il pessimo arbitraggio di Pasqua ma anche il metro di giudizio che in troppe occasioni favorisce il club di Andrea Agnelli. Commisso si è scagliato in particolar modo con il vicepresidente Pavel Nedved.

Juventus: Commisso attacca ancora Nedved

Oggi, tramite Tgr Rai Toscana, l’imprenditore americano è ritornato sulla questione, mandando un chiaro messaggio alla Lega. Le parole:

“C’è ancora rabbia perché nessuno si è ancora scusato con noi, né Nedved né nessun’altro. Se era stato solo un incidente io stavo zitto ma dato che sono tre gli incidenti devo parlare. Se a Bentancur avessero dato simulazione lui sarebbe stato espulso. La Juventus ha ricavi altissimi ma pagano quanto noi alla Federazione e dobbiamo essere trattati allo stesso modo. Nedved non si può mettere contro di me. Non doveva parlare così, è stato irrispettoso. Io chiedo rispetto alla Lega per il bene del calcio italiano, non chiedo nessun favore perché non ne ho bisogno però non voglio che mi trattino come lo scemo dall’America”.

Eriksen Inter, il danese non brilla: Sconcerti non risparmia le critiche

Nuovo Stadio Inter e Milan, arrivano importanti novità: le parole di Sala