Derby Inter Milan, analogie e differenze con l’andata!

Derby Inter Milan, Domenica sera alle 20,45 sarà passato esattamente un girone dal Derby della Madonnina di andata dopo percorso diverso di entrambe le squadre. L’inter in questa stagione sta seriamente insidiando il trono di campione di Italia, detenuto da otto anni a questa parte dalla Juve. La squadra di Antonio Conte dista solo quattro lunghezze dai bianconeri e avrà tutta l’intenzione di colmare in parte questo gap nella stracittadina lombarda. Il Milan invece partito a rilento ha accelerato in maniera importante nell’ultimo mese, dimezzando lo svantaggio dalla zona Champions. Nel mezzo di tutto ciò i due allenatori hanno apportato importanti e sensibili modifiche al loro assetto di gioco. Per quanto riguarda i nerazzurri possiamo notare come la leggenda uruguaiana Diego Godin, arrivato come uomo di esperienza e carisma, abbia perso il posto da titolare in favore del giovane Alessandro Bastoni. I primi mesi di Stefano Sensi poi avevano ingannato tutti, il centrocampista marchigiano però, dopo l’infortunio, non è tornato al top della forma. La società è così intervenuta sul mercato riuscendo a assicurarsi l’ambitissimo Christian Eriksen dal Totthenam. Proprio quest’ultimo è stato individuato da molti come chiave per poter puntare in maniera decisiva allo scudetto.

Derby Inter Milan,  la situazione rossonera

Il Milan da quella brutta e netta sconfitta per 2-0 dell’andata ha letteralmente cambiato faccia. E’ bene specificare innanzitutto che  Il percorso intrapreso è stato decisamente più impegnativo di quello interista. I deludenti risultati della squadra hanno spinto la società ad esonerare Marco Giampaolo con l’arrivo di Stefano Pioli. Sono stati però gli arrivi e le partenze del mercato di gennaio a dare il vero e proprio impulso positivo ai rossoneri. Le cessioni di Suso e Piatek, veri e proprio fantasmi nella prima parte di stagione, hanno contributo a risanare un ambiente quanto mai depresso. Il ritorno a Milanello di Zlatan Ibrahimovic ha dato il colpo di grazia in positivo, fin’ora, all’undici di mister Pioli. Nel corso di un girone è poi emerso il talento di Hernandez, vero e proprio treno sulla fascia sinistra che ha dato nuova linfa alle offensive rossonere. Riusciranno questi accorgimenti a ribaltare il risultato dell’andata o si assisterà a un nuovo dominio nerazzurro?

 

Mercato Milan, Musacchio via a fine stagione: individuato il sostituto

Samir Handanovic in campo nel derby? Gesto da capitano vero