Football Club Internazionale MilanoSerie A

Inter Milan, Conte prepara la mossa a sorpresa

Inter Milan – Negli ultimi mesi è stata criticata da più parti la “rigidità” di Conte nell’applicazione del suo 3-5-2. Soprattutto nelle settimane difficili a causa degli infortuni a centrocampo in molti tra addetti ai lavori e tifosi avevano sollevato perplessità sulla volontà del tecnico leccese di non discostarsi dallo schema prediletto. L’occasione per il cambiamento a sorpresa potrebbe essere proprio il derby. Una “mutazione genetica” legata a due fattori, la squalifica di Lautaro e l’arrivo di Eriksen. Con il Toro argentino ai box per la seconda volta dopo il cartellino rosso rimediato con il Cagliari la soluzione più logica sarebbe l’ingresso di Alexis Sanchez.

Inter Milan, Conte cambia lo schema?

Dopo l’infortuno che lo ha tenuto lontano dai campi per quasi tre mesi, il cileno sembra non essere ancora pronto. L’esperimento di Sebastiano Esposito non ha dato i frutti sperati, il ragazzo deve proseguire il processo di maturazione seguendo i passaggi necessari. Ecco dunque che l’arrivo di Christian Eriksen nel mercato di gennaio offre a Conte una soluzione alternativa ed innovativa dal punti di vista tattico.
Eriksen schierato a centrocampo potrebbe avere ancora qualche problema. Le richieste del tecnico salentino ai componenti della mediana sono impegnative. Fase difensiva ed offensiva a tutto tondo, inserimenti al momento giusto, capacità di sacrificio nel pressing in fase di ripartenza avversaria. Compiti che il danese potrebbe non avere ancora nelle gambe e nella testa, visto il brevissimo periodo di ambientamento.

Lukaku unica punta, Eriksen dietro a lui

E dunque Conte sta pensando di sfruttare la sua formidabile capacità di giocare in profondità in altro modo. Lukaku senza il compagno di reparto ma con Eriksen alle sue spalle, pronto ad innescarlo negli spazi.
Un 3-5-1-1 che permetterebbe a Conte di schierare il centrocampo dei sogni con Barella, Brozovic e Sensi se l’ex Sassuolo fosse al 100%. L’eventuale alternativa di Vecino è già stata sperimentata , con l’uruguaiano pronto all’occorrenza a far male di nuovo ai rossoneri. Eriksen sarebbe così liberato da ogni compito di copertura e lasciato libero di giostrare dietro Lukaku anche per favorire con le sue giocate gli inserimenti dei centrocampisti. E senza disdegnare di puntare in prima persona la porta avversaria negli spazi che Lukaku sa aprire con i suoi movimenti.

Ascolta "Football Talk (The Podcast)" su Spreaker.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close