Serie A

Milan Torino, continua a deludere un giocatore

Milan Torino, La bella vittoria di ieri sera del Milan sul Torino ha portato entusiasmo e positività all’interno dell’ambiente milanista. La gara infatti è stata dominata per lunghi tratti dalla squadra di Pioli, colpevole, molto spesso, di poca precisione negli ultimi metri. Il vantaggio, firmato da un super Ante Rebic è arrivato all’incirca intorno alla metà del primo tempo da un cross perfetto del sempre più positivo Samu Castillejo. I rossoneri nonostante un costante forcing offensivo non sono riusciti a raddoppiare, tenendo così il risultato in bilico. Col passare dei minuti i granata sono venuti fuori dal guscio difensivo in cui si erano ritirati nella prima frazione, alzando il proprio baricentro. L’undici di Moreno Longo però, nonostante lo sforzo, non è mai riuscito a creare grandi pericoli alla porta di Donnarumma, al 9° clean sheet stagionale (record condiviso con Silvestri del Verona).

Milan Torino, Paquetà ancora insufficiente

I rossoneri nella sfida di San Siro hanno presentato più o meno la stessa formazione vista nelle ultime fortunate settimane. L’unica modifica, obbligata, attuata da mister Pioli è stata quella di inserire Lucas Paquetà al posto dell’infortunato Calhanoglu. Il brasiliano, al quale la maglia da titolare mancava dal 23 novembre, era chiamato a dare delle risposte a allenatore e tifosi. Nonostante il ruolo di trequartista, teoricamente più congeniale alle sue caratteristiche, il talento verde oro ha fornito l’ennesima prova incolore.

Spesso fuori posizione, lezioso e impreciso nei passaggi, in ritardo nei compiti di copertura, insomma un vero e proprio pesce fuor d’acqua. La sua situazione sembra paragonabile a quelle di Piatek e Suso apparsi, nell’ultimo periodo milanista, come totalmente al di fuori del progetto tecnico rossonero. Paquetà ha dato la sensazione di essere arrivato al termine della sua avventura all’ombra della Madonnina e, non a caso, era stato messo sul mercato a gennaio. I 30 milioni chiesti dai dirigenti rossoneri però hanno raffreddato tutte le piste percorribili per la vendita del giocatore, rimasto così a Milano. In questi mesi Pioli proverà comunque a recuperarlo anche vista la sua giovane età, certo che le possibilità che il brasiliano si cerchi un’altra sistemazione a giugno crescono di settimana in settimana.

Ascolta "Football Talk (The Podcast)" su Spreaker.

Articoli correlati

One Comment

  1. Ottima osservazione sulla gara del classe 97 brasiliano, che a parer mio comunque nasconde un grande potenziale, speriamo possa dimostrare il suo vero valore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close