Serie A

Fiorentina Milan, allarme infortuni in casa rossonera

Fiorentina Milan, Dopo la bella vittoria sul Torino di lunedì i rossoneri stanno preparando al meglio la sfida di sabato sera al Franchi contro la Fiorentina. La settimana di avvicinamento al match si sta rivelando però inaspettatamente difficoltosa. La rosa milanista da qualche settimana a questa parte si sta ritrovando falcidiata da una lunga serie di infortuni. Ai lungo degenti Lucas Biglia e Leo Duarte, per i quali la stagione sembra finita, si sono aggiunti anche Calhanoglu, Musacchio, Kjaer e Saelemakers. Il turco e lo spagnolo hanno svolto un lavoro personalizzato in palestra per smaltire rispettivamente una lesione all’ileopsoas e una contrattura al polpaccio. I due giocatori tenteranno di farcela almeno per essere di disponibili in panchina a Firenze.

Gli esami svolti dal centrale danese  in mattinata  invece hanno evidenziato la presenza di una lesione del muscolo bicipite femorale, di basso grado, della coscia sinistra. I tempi di recupero sono stimati in 1-2 settimane quindi se ne riparlerà, probabilmente, nel mese di marzo. L’esterno belga infine ha rimediato un trauma contusivo-distorsivo della caviglia sinistra, domani verranno effettuati ulteriori accertamenti.

Fiorentina Milan, occasione per Gabbia

Gli infortuni di Musacchio e Saelemakers non andranno a incidere più di tanto nell’undici titolare milanista in quanto, nelle ultime settimane, erano scivolati nelle retrovie delle scelte di Pioli. L’assenza che contro la Fiorentina peserà di più sarà sicuramente quella di Simon Kjaer. Il difensore danese infatti  aveva ben figurato nelle sue ultime uscite evidenziando anche un’ ottima intesa con Alessio Romagnoli.

Ecco che molto probabilmente al Franchi al posto del capitano della Danimarca giocherà  Matteo Gabbia. Quest’ultimo rappresenta un orgoglio per tutta la società rossonera in quanto è un ragazzo uscito proprio delle giovanili del Milan. In questi giorni, dopo essere subentrato benissimo a Kjaer nella sfida col Torino, è stato elogiato da tutto l’ambiente. Il ragazzo, titolare al mondiale under 20 con l’Italia, è stato definito dagli addetti ai lavori come serio e professionale, nonostante la giovane età . Pioli ha sempre ribadito di porre fiducia in lui e che doveva solo essere bravo ad attendere il suo momento ed a tenersi pronto. Certo, è ancora presto per giudicarlo, ma i tifosi milanisti si augurano di aver trovato un interessante prospetto per il presente e per il futuro rossonero.

Ascolta "Football Talk (The Podcast)" su Spreaker.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close