Football Club Internazionale MilanoSerie A

Inter, riunione drammatica, Marotta cede e salva la baracca

Inter Marotta – La riunione del Consiglio di Lega svoltosi stamani è stata surreale, al limite del drammatico. La ricostruisce l’edizione on line di Repubblica. Malagò e Gravina avevano raccomandato di tenere toni adeguati alla difficoltà del momento ma la raccomandazione è caduta nel vuoto. Ognuno ha pensato agli interessi del suo club. I vertici della Lega Paolo Dal Pino e Luigi De Siervo sono stati messi al centro delle accuse da parte di tutti.

Liti e dimissioni respinte

Dal Pino, eletto appena due mesi fa ha fatto capire che la sua esperienza era da ritenere conclusa ma le sue dimissioni sono state respinte. Secondo Repubblica, il presidente della Lazio Lotito ha insistito per giocare a porte aperte. La sua Lazio corre per lo scudetto, il pubblico reclama per essere vicino a Inzaghi e ai suoi ragazzi ma è arrivato lo stop del Governo.

Inter Marotta cede al buon senso

Secondo la ricostruzione del Corriere della Sera, dopo le bordate dei giorni scorsi contro Dal Pino, l’Inter rappresentata da Marotta ha ceduto al buon senso. La partita con la Sampdoria resta ancora senza data e nel prossimo fine settimana andrà in scena il derby d’Italia. Per questa decisione il club nerazzurro si è rimesso alla maggioranza del Consiglio, permettendo così di evitare il naufragio completo. Diversamente sarebbe stato lo stop al campionato, ipotesi che l’Inter ha scongiurato con grande responsabilità.

Flop assemblea

Dopo il Consiglio si è svolta l’Assemblea della Lega che non ha potuto avere alcun esito a causa della mancanza del numero legale. Solo dieci infatti i club di Serie A presenti (Inter, Milan, Lazio, Juventus, Roma, Atalanta, Udinese, Fiorentina, Sampdoria e Sassuolo)
Uscendo dalla riunione Marotta ha parlato all’Ansa. Dopo la riunione dell’Assemblea di Lega Beppe Marotta ha parlato all’Ansa: «Viaggiamo a vista in attesa di ulteriori provvedimento governativi, ma ora è importante ritrovarci subito in assemblea ed elaborare una strategia comune per dare regolarità al campionata e garantire la continuità gestionale alle nostra società…Peccato per oggi che è mancato il numero legale, ma occorre indire di nuovo una assemblea, che sia formale o informale, per delineare una strategia precisa a salvaguardia del fenomeno sportivo e dei singoli club».

Ascolta "Football Talk (The Podcast)" su Spreaker.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close