Serie A

Coronavirus, l’appello di Tommasi al mondo del calcio

CORONAVIRUS – L’emergenza coronavirus non si placa. I contagi aumentano di giorno in giorno, così come le morti purtroppo. Il Governo è pronto a prendere misure più drastiche per tentare di arginare il virus, che si sta espandendo a grande velocità.

Nel nuovo decreto che sarà emanato dal Governo, la Lombardia e alcune province di Veneto, Emilia Romagna e Piemonte saranno zone rosse. L’ingresso e l’uscita sarà consentito solo per motivi <<gravi e indifferibili>>, di lavoro o famiglia. Probabile che le restrizioni restino in vigore fino al 3 aprile.

Coronavirus, il calcio va avanti, Tommasi lancia l’appello

Nonostante il nuovo decreto imporrà nuove restrizioni, al momento la serie A non si fermerà. Nella giornata di domani verranno disputati i restanti incontri della 26esima giornata, tutti a porte chiuse. Una scelta che sta provocando molte polemiche. In un momento di difficoltà per gran parte dell’Italia, con la salute dei cittadini che va messa al primo posto su tutto, il mondo del pallone, al momento, non si ferma.

E’ il presidente dell’Associazione Italiana Calciatori a lanciare l’appello in serata. Tommasi ha postato un tweet, dopo le nuove decisioni del Governo: “Fermiamo il campionato!! Serve altro? Stop football!!”. Chiara la presa di posizione del presidente.

Che cosa succederà? Le ipotesi sono due: o si giocherà a porte chiuse o il campionato verrà sospeso. Saranno ore di riflessioni, dove servirà buon senso e non alimentare polemiche che sono inutili in un momento così delicato per l’Italia.

Ascolta "Football Talk (The Podcast)" su Spreaker.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close