Football Club Internazionale MilanoSerie A

Inter Eriksen, c’è chi ride sotto il baffo

Inter Eriksen – Anche ieri Christian Eriksen è partito dalla panchina, quando è entrato l’Inter era già scomparsa dalla partita. Ha arrancato per mezz’ora circa senza incidere, dando il destro al riaccendersi delle polemiche . Tra coloro che si stanno togliendo i sassolini dalla scarpa c’è Beppe Bergomi. Lo Zio non ha mai fatto mistero dei suoi dubbi sull’acquisto del danese, anche se a prezzo di saldo. Parlando ai microfono di Sky, Bergomi ha chiarito ancora una colta il suo punto di vista. A suo giudizio l’ex Tottenham non è funzionale allo schema tattico di Antonio Conte.

Inter Eriksen gioiello difficile da collocare

Il tecnico nerazzurro aspettava dal mercato un centrocampista con caratteristiche diverse, un tuttofare di gamba, personalità, capacità di inserimento in zona gol. Di certo il danese non è questo tipo di giocatore. “Io ho preso un po’ di critiche quando ho presentato Eriksen. Il problema è che tante volte non conosciamo i giocatori” ha detto buttando là una elegante polemica con molti tifosi. Eriksen non è un giocatore da 3-5-2, non è capace di strappare come vorrebbe Conte. Per inserire il suo modo raffinato di giocare, l’allenatore dovrebbe snaturare il suo modulo ed inserirlo da trequartista. L’ex capitano nerazzurro è poi tornato a parlare direttamente ai tifosi, che nelle prime apparizioni di Eriksen erano sorpresi perché non saltava l’uomo. Ma il danese non è quel tipo di giocatore. Anche Collovati ai microfoni di TMW vede Eriksen di difficile collocazione anche per un altro motivo. Ha grandi qualità ma un ritmo compassato ed in Italia deve abituarsi a giocare con i difensore che gli morde gli stinchi.

Ascolta "Football Talk (The Podcast)" su Spreaker.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close