Coronavirus, la UEFA deve fare un passo indietro e fermare tutto

L’emergenza coronavirus non si ferma e tocca anche il calcio: la UEFA deve bloccare tutto

La Gazzetta dello Sport in edicola stamane si concentra sulle ultime novità legate all’esplosione del nuovo Coronavirus, che da qualche giorno ha colpito anche il calcio continentale. In questo momento di crisi generale in Europa, stupisce la decisione della UEFA di non bloccare le competizioni continenentali.

Tra martedì e giovedì infatti, sono regolarmente scese in campo le squadre impegnate tra Champions ed Europa League, fatta eccezione per le italiane. Alcune di queste partite si sono giocate a porte chiuse ma è ormai è evidente che questa soluzione non sia sufficiente per arginare l’avanzata del virus.

Club come Real Madrid, Juventus e Inter sono in quarantena, alcuni tra giocatori e allenatori sono risultati positivi al COVID-19, ed è solo questione di tempo prima che quest’ultimo raggiunga altre persone legate al calcio. Secondo la Gazzetta, la UEFA deve prendere una decisione forte e fermare tutto, per tutelare la salute degli addetti ai lavori e delle loro famiglie.

In ballo c’è anche il futuro degli europei del 2020, con il probabile slittamento al 2021 per finire in estate la stagione in corso. Prendere decisioni forti oggi per tornare presto a correre, questo il messaggio del quotidiano milanese al massimo organo calcistico continentale.

Juventus, svolta Chiesa: Commisso chiama Paratici

Inter, capolavoro Marotta: nuova clausola su Icardi