Serie A

Serie A, pessimismo sulla ripresa. Tommasi è chiaro

SERIE A – Non si placa in Italia l’emergenza coronavirus. Oggi è stata un’altra giornata tragica. Aumentano i contagi, aumentano i decessi e i prossimi giorni saranno molto complicati. La serie A è stata fermata fino al 3 aprile, ma vedendo la situazione, sarà molto difficile, se non impossibile, che il campionato possa riprendere ad inizio aprile.

È di questo avviso anche Tommasi. Il presidente della Associazione Italiana Calciatori ha parlato della situazione a ‘Che Tempo Fa’. Questo il suo commento: “Nel nostro ambiente si pensa di tornare a giocare il 5 aprile, ma è chiaramente impossibile. L’auspicio è di tornare a giocare in maggio o giugno, se andrà bene. Ma il primo obiettivo ora è stare a casa”.

Continua Tommasi: “Quando parliamo sembra che vogliamo tutelare solo la salute degli atleti. Vorrei ricordare che la prima squadra colpita è la Pianese, in Lega Pro, il cui massaggiatore è in terapia intensiva. Oppure il mondo Juve, che oggi ha un centinaio di persone in quarantena. In questo momento il compito dei calciatori è quello di ogni altro cittadini. Obbligarli a muoversi è stata una forzatura”.

Negli ultimi giorni, il numero di casi positivi in Italia sono saliti vertiginosamente. Le raccomandazioni del presidente del Consiglio, con tanto di decreto legislativo, non sono rispettate da una parte della popolazione. La luce in fondo al tunnel sembra ancora lontana. Nella speranza che si possa tornare alla vita quotidiana il più presto possibile.

Ascolta "Football Talk (The Podcast)" su Spreaker.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close