Football Club Internazionale MilanoSerie A

Inter Icardi atteso a braccia aperte a Torino, tutti felici e contenti

Inter Icardi – Che si tratti di segnali di mercato degni di un qualche fondamento è poco probabile. Di certo tutto l’ambiente bianconero aspetta solo l’avvio ufficiale delle contrattazioni per dare un altro assalto a Mauro Icardi. A quando riportano le indiscrezioni i contatti tra Paratici e Wanda Nara non sono mai cessati. Prima dell’interruzione per la pandemia, l’argentino non ha avuto vita facile a Parigi. Tanta panchina, diversi screzi nello spogliatoio, con il PSG sempre più titubante sul riscatto.

Inter Icardi sogno degli ex bianconeri

Quello che invece è certo sono le parole di due ex juventini che nella giornata di oggi si sono espressi all’unisono sul possibile arrivo di Icardi a Torino nell’ambito di uno scambio con Pjanic.
Dapprima è stata la volta di Stefano Tacconi, pungente anche quando non ce ne sarebbe bisogno. Per la storica riserva di Zenga in nazionale sarà importante capire il conguaglio a favore del PSG. E comunque a suo avviso “sarebbe una goduria toglierlo definitivamente all’Inter.
Poi è stata la volta di Alessio Tacchinardi. Anche l’ex centrocampista non avrebbe remore a portare in fondo lo scambio. La Juventus ha già in casa il suo erede, Bentacur, ormai una certezza davanti alla difesa. E l’ex capitano nerazzurro nella squadra campione d’Italia troverebbe l’ambiente ottimale per fare il salto di qualità definitivo.

Il più felice sarà un altro

La sua lunga conoscenza della serie A e la sua costanza nel segnare almeno 20 gol a stagione sarebbero una garanzia per tutti. Probabilmente anche per l’Inter, che in questo caso si vedrebbe recapitare da Parigi un assegno da 85 milioni di euro. Il valore a bilancio di Icardi al prossimo 30 giugno sarà prossimo allo zero. Dunque plusvalenza quasi piena per il cassiere nerazzurro che, alla fine dei conti, rischia di essere il più felice della compagnia.

Ascolta "Football Talk (The Podcast)" su Spreaker.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close